Calcolo peso ideale: come fare

In questo articolo vedremo alcune formule matematiche sviluppate per il calcolo del peso ideale, che viene stabilito in base a parametri quali il sesso, l’età e l’altezza di ciascuno. Nel leggere di seguito, ricordate tuttavia che ognuno di noi ha una propria costituzione e corporatura (longilinea, brevilinea o normolinea), una propria storia ponderale ed un proprio metabolismo, per cui il risultati che otterrete sono soltanto orientativi, essendo il peso forma una variabile estremamente soggettiva il cui miglior indicatore è dato dal sentirsi bene con se stessi e con il proprio corpo, facendo una vita sana ed attiva e seguendo un’alimentazione corretta ed equilibrata.

Per fare il calcolo del peso ideale potete utilizzare il seguente metodo: Per gli uomini il calcolo va eseguito partendo dall’altezza in centimetri, sottrarre 100, quindi togliere al risultato così ottenuto un ulteriore 5%; per le donne la formula è la stessa con la differenza che il valore da sottrarre all’altezza è pari a 104. Se appartenete al gentil sesso e siete alte 1,65 m il vostro peso ideale è dunque all’incirca di 60 kg [165 – 104 = 61; 61 – 3,05 (61/100 x 5) = 57,95].

Un altro dato largamente utilizzato anche da medici, dietologi e nutrizioni per calcolare il peso forma è l’indice di massa corporea, IMC o BMI (in inglese “body mass index”), col quale è possibile stabilire se il nostro peso attuale è quello ideale o se siamo piuttosto in sottopeso o sovrappeso o addirittura in una condizione di vera e propria obesità. Il BMI viene calcolato dividendo il peso attuale espresso in kg per l’altezza in metri elevata al quadrato, ed il valore così ottenuto va confrontato con quelli di riferimento.

Se la nostra altezza è di 1,70 m e abbiamo un peso di 70 kg, il nostro BMI avrà un valore di poco superiore a 24 [70/2,89 (1,7 x 1,7) = 24,2], che essendo compreso nella fascia tra 18,50 e 24,99 indica un peso nella normalità. Un BMI tra 18,50 e 17 denota invece una condizione di sottopeso che diviene magrezza moderata o grave per valori rispettivamente compresi nell’intervallo tra 17 e 16, o inferiori. Valori da 24,99 e fino a 30 sono invece indicativi di uno stato di sovrappeso, mentre al di sopra di 30 vi è una condizione di obesità moderata, che diviene grave per valori maggiori di 40.

Della cautela con cui vanno presi questi dati vi abbiamo già detto, non ci rimane che consigliarvi di rivolgervi ad un nutrizionista se volete fare un calcolo del peso ideale più dettagliato: nel determinarlo il medico terrà conto di moltissime altre variabili e, soprattutto, saprà consigliarvi la dieta appropriata non solo per raggiungere il peso forma ma per mantenerlo anche nel tempo.