Come abbassare la pressione

La pressione sanguigna è certamente uno dei valori da tenere sotto controllo, in quanto la pressione troppo alta può far aumentare in maniera sensibile il rischio di ictus, infarti, aneurismi e insufficienze renali.

La pressione alta, anche detta ipertensione, è considerata dai medici come una malattia tipica dei paesi industrializzati che, ad oggi, colpisce circa il 20% della popolazione. Le cause della pressione alta sono molteplici (età avanzata, obesità, dieta squilibrata, vita sedentaria) e tutte ricollegabili ad un cattivo stile di vita.

Prima di capire come cercare di tener sotto controllo la pressione del sangue e intervenire nel caso in cui questa risulti troppo elevata, è bene precisare di cosa stiamo parlando.

La pressione del sangue è, in poche parole, la forza che il sangue applica alle pareti dei vasi sanguigni; se la pressione è troppo elevata rispetto ai parametri standard, allora si può verificare un affaticamento del cuore che è costretto a lavorare di più per spingere il sangue in circolo. Inoltre se non viene controllata per tempo, a lungo andare la pressione troppo alta può provocare anche il danneggiamento delle piccole arterie, specialmente quelle dei reni e degli occhi.

Da quanto detto si evince che l’ipertensione è un fattore di rischio da non sottovalutare, non solo perché può favorire l’insorgere di infarti del miocardio e ictus cerebrali, ma anche perché si tratta di un disturbo difficile da identificare, in quanto molto spesso non ci si accorge nemmeno di essere ipertesi. Ecco perché è buona norma misurare la pressione almeno una volta all’anno e cercare di modificare il proprio stile di vita e la propria alimentazione nel caso in cui siano squilibrati.

 

Come abbassare la pressione: controllare l’alimentazione

Una corretta ed equilibrata alimentazione è certamente fondamentale per mantenere la pressione sotto controllo. Così se soffrite di ipertensione, è importante rivedere innanzitutto la dieta, visto che una corretta alimentazione può aiutare a abbassare la pressione.

Come prima cosa, per abbassare la pressione si consiglia di ridurre drasticamente il consumo di sale, che risulta particolarmente dannoso per chi soffre di ipertensione. Relativamente al sale forse in molti non sanno che i prodotti surgelati contengono delle quantità elevate di sale; solitamente una sola porzione di alimenti surgelati contiene la stessa quantità di sodio consigliata per l’intera giornata. Quindi, oltre a limitare il consumo di sale come condimento, sarebbe buona norma anche eliminare i surgelati o, almeno, cercare di scegliere quelli che hanno un minor contenuto di sale.

Per quanto riguarda il condimento, potete sostituire il sale da cucina con le erbe aromatiche, grazie alle quali potete insaporire i vostri piatti; rosmarino, prezzemolo, maggiorana, timo, paprica, rafano, erba cipollina, cipolle, aglio oltre che a render più gustosa la vostra dieta contribuiscono ad abbassare la pressione del sangue.

Sempre per quanto riguarda i condimenti, si sconsiglia l’uso di salsa di soia, maionese, ketchup, tutti condimenti molto ricchi di sodio; meglio optare per le salse casalinghe o per una semplice mistura di aceto e olio.

Se i surgelati vanno limitati, lo stesso si dica per i cibi in scatola; questi sono particolarmente dannosi in quanto contengono valori elevati di sale, aggiunto per favorire la conservazione. Stesso discorso vale per i sottoli e i sottaceti; alimenti come le cipolline, i capperi, le olive, i funghi etc. sono conservati con liquidi molto ricchi di sodio, al punto che non è sufficiente lavare con cura gli alimenti per eliminare il sale in eccesso.

Molta attenzione se volte abbassare la pressione deve essere prestata anche alle carni conservate e agli affettati; limitate quindi il consumo di carne in scatola, di tonno sott’olio, ma anche di salumi, specialmente quelli affumicati o conservati sottovuoto.

Chiaramente, bisogna cercare di eliminare dalla propria alimentazione tutti gli snack salati, come patatine, grissini, crackers, pop-corn e così via; anche in questo caso ci troviamo dinnanzi a prodotti particolarmente ricchi di sale che è bene sostituire con frutta fresca e secca.

Un’altra tipologia di alimento alla quale stare attenti sono i formaggi; anche in questo caso se volete abbassare la pressione dovete imparare a scegliere i formaggi con il minor apporto di sodio, come il taleggio o il grana.

Ovviamente si consiglia anche di cucinare senza sale e se proprio non riuscite a farne a meno di preferire il sale marino; in ultimo si consiglia anche di introdurre nella propria dieta delle piccole quantità di cioccolato fondente; il cacao, infatti, grazie all’alto contenuto di flavonoidi contribuisce ad abbassare la pressione favorendo anche la dilatazione dei vasi sanguigni.

 

Come abbassare la pressione: lo stile di vita

Oltre che correggere l’alimentazione, dovete anche cercare di assumere un corretto stile di vita; bando quindi alla sedentarietà e alla pigrizia. Riscoprite il gusto di camminare a piedi, cercate di fare sempre  delle piccole passeggiate ogni giorno o di praticare un po’ di attività fisica. Il movimento è infatti indispensabile per il cuore che impara a gestire meglio l’ossigeno e a pompare in maniera più efficace il sangue. Altra cosa importante, spesso sottovalutata, è la respirazione; pratiche meditative come lo yoga, il qigong e il tai chi aiutano ad allontanare lo stress e a tenere sotto controllo la renina, vale a dire l’enzima proteolitico secreto dai reni che contribuisce all’aumento della pressione.