Come abbinare i vestiti

Abbinare i vestiti può sembrare ai più un’operazione molto semplice, in fondo si tratta solo di accostare colori in maniera più o meno accettabile.

Ma è davvero così? Basta abbinare qualche tinta per riuscire a vestirsi bene?

In realtà, abbinare i vestiti non è solo rispettare certe “regole” cromatiche ma anche imparare a scegliere i capi che più si addattano al nostro corpo, valorizzandone i punti di forza e nascondendo i piccoli difetti.

Sono poche, infatti, le donne che possono vantare un fisico perfetto, ma in realtà per vestirsi bene non è fondamentale avere un corpo “scultoreo”, ma è indispensabile essere capaci di scegliere i capi che più si adattano a noi, riuscendo poi ad abbinarli con gusto e creatività.

 

Come abbinare i vestiti: questione di colore e di stile

Una delle prime regole da rispettare per abbinare i vestiti è individuare i colori che si “sposano” alla perfezione, donandoci un look alla moda ma estremamente personale.

Come prima cosa è indispensabile individuare i colori che ci donano di più, quelli che valorizzano il colore della nostra pelle, dei nostri occhi e ci fanno apparire radiose in tutte le stagioni. Molto utile, in questo senso, è il cerchio di Itten che riporta al centro quelli che sono i colori primari, ovvero il giallo, il blu e il rosso, mentre ai lati figurano i colori secondari, verde, arancione e viola, che si ottengono appunto dalla combinazione dei primi tre.

Tutt’intorno al cerchio ci sono poi le diverse gradazioni e sfumature di questi colori, ed è proprio a queste che bisogna guardare per riuscire ad abbinare al meglio i colori.

Due sono le regole fondamentali:

  • Non abbinate mai colori dello stesso “tipo”, come ad esempio due colori primari
  • Accostate sempre tonalità diverse, ovviamente cercando di non azzardare troppo

Una volta che avrete superato l’ostacolo colori, dovete passare alla fase successiva che consiste nell’abbinare nella giusta maniera i vestiti.

Se siete poco pratiche e non sapete proprio come abbinare i vestiti e riuscire a costruirvi uno stile del tutto personale, potrebbe esservi utile adottare delle “strategie” in base alla vostra esperienza in fatto di moda.

Se siete alle prime armi, una buona “tattica” per abbinare i vestiti è quella di puntare su capi base e su pochi colori, andando ad arricchire il vostro look giocando con gli accessori. Focalizzando il vostro look su un capo base sarà molto difficile per voi commettere degli errori, in quanto l’abbinamento dei colori e dei materiali sarà quasi automatico. Se il vostro look vi appare un po’ troppo “anonimo”, utilizzate gli accessori per ravvivarlo; largo a borse, da abbinare al colore delle scarpe, e ai bijoux ma ricordate di non esagerare.

Quando comincerete ad essere un po’ più pratiche su come abbinare i vestiti, potete combinare i capi di base con un indumento un po’ più particolare, magari un capo dal colore o dalla fantasia un po’ più stravagante e vistosa. In questo modo riuscirete a creare un look un po’ più ricercato senza apparire troppo estrose.

In seguito potete abbinare i vestiti, mescolando capi base e un capo più stravagante, aggiungendo però anche degli accessori; in questo modo il vostro stile comincerà a personalizzarsi molto, rendendovi alla moda ma particolari, non uniformate alla massa.

Quando poi sarete diventate delle vere maestre nell’abbinare i vestiti potrete osare anche un po’ di più accostando due capi non di base; in questo caso la difficoltà nell’abbinare i due capi “speciali” dipenderà da quanto gli indumenti scelti siano diversi in termini di materiali e di colori.