Come abbinare il vino ai cibi

Saper abbinare il vino ai cibi è fondamentale per esaltare al meglio i sapori e per farlo  al meglio bisognerà seguire alcune semplici regole teoriche che però possono essere modificate  a  seconda del gusto personale , in linea di massima comunque il cibo è  suddivisibile in categorie: sapidità, aroma, grassezza e dolcezza ed i base  a  queste categorie vengono  scelte le combinazioni, vediamo quindi come abbinare il vino  ai cibi:

• un piatto molto sapido si sposa bene con del vino dal tasso alcolico elevato.
•  L’aroma di un piatto ed il profumo del vino  dovranno  essere corrispondenti.
•  Una pietanza grassosa si abbina ad un vino acido e tannico frizzante.
•  Il dolce si combina con un vino altrettanto dolce.

Quando servite il vino e le pietanze a  tavola , partite dai più leggeri per poi passare a quelli più decisi. Il primo vino che si serve  a pranzo è bianco,  poi si servono i rosati ed infine i rossi,via via  più  alcolici. Inoltre si comincia dai vini secchi e si termina con quelli dolci.

I vini che meglio si abbinano  agli antipasti sono quelli bianchi secchi e se molto  abbondante e pesante anche vini rosati e rossi giovani  andranno bene.

Per  quanto riguarda i primi piatti  , se il condimento di pasta o riso è  a base di pesce, sceglierete  dei vini bianchi, con gradazione alcolica crescente, se il condimento invece è a base di carne optate per dei vini rossi.

Per i secondi piatti a base di carne accompagnate con vino bianco  o rossa  a seconda della carne che sia bianca o rossa. Per i secondi di pesce invece scegliete il vino bianco, oppure rosso se siete in presenza di pesce molto grasso. I formaggi, se  a pasta molle, si sposano bene con vini bianchi o rossi poco corposi, se invece sono  a pasta dura, meglio optare per dei vini rossi più corposi.

In fine per il dolce abbinate vini  amabili ed  anch’ essi dolci.