come addolcire l’acqua

L’acqua dura anche se non crea problemi per la salute può risultare molto scomoda per diverse ragioni. I saponi infatti, sia quelli per il corpo che per le pulizie di casa, nell’acqua dura si sciolgono meno che nell’acqua dolce. Quest’acqua inoltre, essendo piena di calcare e minerali può facilmente intasare i tubi di scarico e lasciare antiestetici residui sui lavandini, sui veri e su tutte le superfici che ne vengono a contatto. Di solito per addolcire l’acqua è sufficiente farla bollire per alcuni minuti a fuoco vivo poi farla raffreddare per poi infine rimuovere tutti i residui e la patina banca che si sarà formata. Questo metodo per quanto semplice diviene scomodo se dobbiamo utilizzarlo per grandi quantità d’acqua, vediamo allora altri metodi
a seconda delle nostre esigenze. Un metodo antico per dolcificare l’acqua era quello di aggiungere a questa del bicarbonato di sodio oppure
della calce. Perché questa aggiunta rendesse l’acqua dolce però bisognava attendere diversi giorni. Questo metodo è consigliato a chi ha bisogno di dolcificare grandi quantità d’acqua ed ha la possibilità di tenere diversi contenitori a riposo contemporaneamente così da non restare mai senza.
Per le pulizie quotidiane ci vengono incontro due metodi molto più comodi e capaci di dolcificare diversi litri d’acqua in poco tempo.
Per il primo metodo si usa la soda e basta scioglierne un cucchiaino in un bicchiere d’acqua tiepida. Questa soluzione dolcifica fino a quattro litri d’acqua molto dura. Nel secondo metodo si usa il bicarbonato di sodio. Fate bollire 1 l d’acqua e scioglieteci dentro 500 g di bicarbonato, quando la soluzione sarà pronta e il bicarbonato ben sciolto fate raffreddare e versate in una bottiglia con il tappo largo. Due cucchiai di questa soluzione dolcificano 4 l d’acqua mentre il resto può essere conservato ed utilizzato nel tempo. Tutti questi metodi non sono però utili se volete dolcificare dell’acqua da bere. In tal caso infatti l’unica soluzione è quella di ricorrere alle caraffe filtranti oppure applicare un dolcificatore al rubinetto principale.