Come affrontare la paura

Le paure sono infinite. Chi di noi non ha mai avuto paura? Anche le persone più forti e coraggiose hanno dovuto fare i conti con questa emozione che si manifesta come uno stato di allarme, di ansia, di agitazione. Sovente la paura influenza anche lo stato fisico provocando tachicardia, respiro corto, senso di soffocamento, debolezza, brividi, tremori, scariche di diarrea e, nei casi estremi, perdita dei sensi.

Nello specifico la paura è un sentimento del tutto soggettivo che può riguardare i più disparati oggetti e le più varie situazioni. Un esempio lampante è la paura dei ragni (aracnofobia) molto frequente e diffusa almeno tanto quanto la passione che molti nutrono per queste più o meno innocue creature. Di solito però la paura sovviene quando si ha la sensazione di trovarsi in una situazione di pericolo magari perché completamente sconosciuta: la cosiddetta paura dell’ignoto. Ma esiste un’altra situazione molto frequente e fa riferimento a tutte quelle situazioni in cui è forte il timore di rivivere situazioni che hanno minato la nostra sicurezza: la paura di aver paura. In questo caso si può andare incontro a patologie gravi come gli attacchi di panico e tutto quelle che ne consegue.

Certo nei casi più gravi è consigliabile rivolgersi ad un esperto ma se parliamo di semplici paure possiamo provare a superarle anche da soli. Accettiamo di aver paura, non ignoriamola ma non cerchiamo di risolvere il problema in maniera aggressiva e istintiva, siamo prudenti e analizziamola: cosa temo di quell’oggetto o di quella situazione? Conoscere le cose aiuta molto quindi documentatevi e scoprite con chi avete a che fare prima di affrontarlo. Se possibile esponetevi gradualmente alle cose che non conoscete e che fanno paura, questo ve le renderà più familiari e quindi meno pericolose. Se hai paura dei serpenti, ad esempio, comincia guardando delle foto, poi dei video documentari e infine, quando la vista non ti porterà più nessuna emozione negativa, vai a vederli dal vivo, allo zoo o al rettilario. Piano piano ci si prepara ad affrontare quella passeggiata mai fatta, durante la quale si temeva di incontrare bisce, lucertole e vipere.

Quando si vince una paura significa che ci si è aperti ad una nuova consapevolezza di noi stessi e della vita che non accettavamo o che disdegnavamo è per questo importante superare le paure.