Come affrontare le proprie paure

La paura: chi si vanta di non averne, è assai probabile che non si sia mai trovato nella situazione di dover sfoderare il proprio coraggio nascosto al fine di vincerla, o perlomeno di affrontarla, che è già molto. Ogni persona nel mondo soffre o ha sofferto, in passato, di qualche tipo di paura, razionale o irrazionale. Chi non l’ha fatto, è assai probabile che sia molto bravo o brava nel nasconderlo alle orecchie di terzi, perché ogni persona, nel bene o nel male, ha avuto o ha tutt’ora paura di qualcosa o di qualcuno. Le paure possono rappresentare un ostacolo non da poco per lo svolgimento sereno e normale della propria quotidianità, ed è per questo motivo che ogni anno migliaia e migliaia di persone si rivolgono a psicologi o specialisti al fine di trovare una risposta su come affrontare le paure proprie. Prendendo atto che la paura è un tipo di emozione assolutamente naturale, che peraltro non riguarda solo la specie umana, bisogna capire dove partire al fine di liberarsene per vivere una vita più tranquilla. Liberarsi di tutte le proprie paure non vuole dire andare incontro ad una vita completamente priva di esse, dal momento che sul cammino di ogni essere umano se ne presentano di volta in volta delle nuove, bensì uscire dalla propria zona di comfort per esplorare una parte di sé che si ignorava oppure che si stentava a credere potesse emergere. Ma non solo: una volta che si capisce come affrontare le paure, si inizierà a rapportarsi con il mondo circostante in maniera diversa. Come prima cosa, bisogna capire una cosa fondamentale: tutte le persone hanno paura di qualcosa. Questa affermazione dà coraggio e permette di andare avanti nella presa di coscienza della propria paura, ovvero: individuarla, isolarla ed affrontarla. Su quest’ultimo punto, è consigliabile cercare di affrontare le proprie paure a piccoli passi, e non in una volta sola, onde evitare di aggravare la situazione. Prima di capire come affrontare le paure bisogna rendersi conto del fatto che le paure sono un’opportunità di crescita incredibile e che, alla fine, un eventuale fallimento non è nient’altro che un punto prima del paragrafo successivo.