Come aggiustare jeans strappati

L’indumento utilizzato più di frequente e di certo presente nell’ armadio di tutti, donne e uomini, più o meno eleganti o alla moda, è il jeans. Ognuno di noi ha certamente provato l’ebrezza del jeans perfetto quello comodo, bellissimo e che ti fa un fisico pazzesco, che indossi di continuo anche tutti i giorni (tranne quelli in cui è in balcone ad asciugare). Bene, se tutti hanno provato la gioia del jeans perfetto avranno anche patito il momento in cui gli si è strappato nei punti di maggiore usura. Più che un modo per riparare un jeans strappato quello a seguire si potrebbe chiamare escamotage per fare in modo che il jeans perfetto duri in eterno… o quasi! Procedete in questo modo:
1 Procuratevi della stoffa adesiva, delle forbici, un ferro da stiro, una macchina da cucito, un jeans vecchio da buttare dal quale potrete tagliare dei pezzi (va bene qualsiasi tonalità di jeans tanto non sarà visibile una volta concluso il lavoro), filo da cucito trasparente o bianco. 2 Mettete il jeans alla rovescia, stirate e sistemate bene la parte strappata, ora fissate con una toppa abbondante di tessuto adesivo. Affinché si fissi bene aspettate che il ferro da stiro abbia raggiunto una temperatura elevata. La toppa deve ricoprire una zona più ampia dello strappo così sarà più solido. 3 Come potete ben immaginare questo tipo di toppa da sola lascia il tempo che trova e di lì a pochi giorni potrebbe staccarsi. Rafforzatala prelevando da un jeans vecchio, meglio se di tessuto più sottile, un’altra toppa leggermente più piccola di quella bianca del tessuto adesivo. 4 Sistemate il jeans sulla macchina da cucito, poggiateci sopra la toppa di jeans e fissate con filo bianco o meglio ancora trasparente, con dei passaggi di punto lineare andando vanti e indietro in verticale come le linee del jeans fino a che il tessuto liso non sia completamente ricucito. Il risultato oltre ad essere eccellente esteticamente darà al vostro jeans una marcia in più.