come aggiustare una porta scorrevole

La necessità di risparmiare spazio, ha fatto si che l’impiego delle porte a scomparsa sia sempre più diffuso. I vantaggi derivanti dall’impiego delle porte a scomparsa sono numerosi, infatti in primis si recupera spazio, per mobili appendiabito ecc, per istallarla non è necessario forare il pavimento per inserirvi dei fermaporta, si evita di provocare in seguito a correnti d’aria, sbattimenti e di conseguenza danni. D’altro canto una volta aperta, la porta a scomparsa, favorisce areazione dei locali, in maniera ottimale.
Può capitare però che non funzioni in maniera ottimale, perché o è stata istallata male, oppure le continue sollecitazioni la portano ad usurarsi velocemente, il binario sporco o curvato o le rotelline sotto non scivolano più perché usurate dal tempo.
Per far fronte a simili casi esistono una serie di consigli per aiutarvi ad avere una porta scorrevole sempre perfettamente funzionante.
Innanzitutto è fondamentale per un buon funzionamento, una corretta posa in opera, è buona norma infatti impiegare controtelai robusti.
Qualora lo scorrimento fosse impedito da un rigonfiamento dovuto all’umidità, semplicemente con una pialla dovremmo eliminare le parti rigonfiate. Se il problema è la serratura da sostituire, potete smontare facilmente quella vecchia, fatto questo bisogna mettere la nuova serratura avendo cura che sia sulla stessa sede. La nuova serratura dovrebbe entrare agevolmente, altrimenti si possono limare i contorni, se è invece troppo largo, aggiungete degli spessori come ad esempio pezzetti di legno, stuzzicadenti.
Se invece il problema fossero i cardini, possiamo, per tamponare momentaneamente il danno, rinforzarli con delle viti più lunghe, in attesa di sostituirli richiedendo i pezzi alla casa madre.
Il problema più legato all’usura riguarda le rotelle, che vanno periodicamente regolate con il cacciavite. Per farlo correttamente dovreste estrarre la porta dai binari, prestando la massima attenzione a non metterla fuori asse o che penda da un lato.
A questo punto si può fissare di nuovo il telaio, facendo sempre attenzione che i fori combacino correttamente.