come aiutare il bambino a non bagnare il letto

Bagnare il letto è un problema molto comune tra i neonati e i bambini piccoli. Si tratta di un processo di inconsapevolmente minzione durante il sonno. Anche se frustrante, il durare del fenomeno, fino a sei anni di età non è insolito. I bambini non fanno questo per una ragione o per pigrizia. Spesso si verifica a causa di una  vescica troppo piccola o non ancora  sviluppata, per una produzione di urina eccessiva, un’ infezione del tratto urinario, stress, stipsi cronica, o per uno squilibrio ormonale.  Quando i bambini sono già grandicelli ed hanno ancora questo problema, possono sentirsi in imbarazzo, ma per fortuna è  possibile aiutare il bambino  con alcuni rimedi naturali. Vediamo insieme allora come aiutare il bambino a non bagnare il letto:

la cannella è uno dei più semplici rimedi casalinghi per il vostro bambino per smettere di bagnare il letto. Si ritiene che questa spezia mantenga il corpo caldo. Date quindi ala bambino un pezzo di stecca di cannella da masticare o preparategli un infuso. Anche l’ uva spina indiana, ha gli stessi effetti, dare quindi al bambino un cucchiaino di polpa di uva spina indiana mescolato con un pizzico di pepe nero in polvere. Massaggiare il basso addome  di tuo figlio delicatamente per alcuni minuti, può essere d’ aiuto. Includete nella sua  alimentazione il succo di mirtillo, che aiuta la vescica e le vie urinarie. E ‘altamente raccomandato per i bambini con problemi di enuresi. Sebbene la maggior parte dei liquidi dovrebbero essere evitati appena prima di dormire, si può dare al  bambino una tazza di succo di mirtillo fresco un’ora prima di andare a letto. Ripetere questo processo giorno per almeno alcune settimane. Noci e uva passa possono essere utilizzati per ridurre la frequenza di questo disturbo, potreste quindi offrirle loro, come una gustosa merenda. Se il bambino è grandicello, potreste spronarlo ad eseguire degli esercizi  di potenziamento muscolare che coinvolge il serraggio dei muscoli pelvici, tenendo la posizione per 5 a 10 secondi, e poi a riposo per cinque secondi. Questo esercizio deve essere ripetuto 10 volte, tre volte al giorno. Incoraggiare il bambino a trattenere il bisogno di andare in bagno per qualche tempo. Questo metodo può essere vantaggioso per ridurre la frequenza degli episodi di enuresi. Di solito si allena la vescica per contenere una maggiore quantità di urina senza far scattare la voglia di urinare, aiutando così i bambini a trattenere l’urina per due o tre minuti in più, ogni giorno.