Come alimentarsi in caso di reflusso acido

Molte persone soffrono di reflusso acido, una spiacevole condizione che si manifesta quando lo sfintere dell’ esofageo inferiore, che chiude lo stomaco dall’ esofago, non funziona correttamente e permette agli acidi dello stomaco di rifluire nell’esofago. Il riflusso acido può essere innescato dal fumo, dall’obesità, dall’ uso di farmaci per la pressione sanguigna, dall’esercizio fisico e da anomalie dello stomaco. La dieta gioca anche un ruolo chiave nel bruciore di stomaco e nel reflusso acido. Ci sono diversi cibi e bevande che possono irritare i tessuti che rivestono l’esofago o influenzano la capacità dello sfintere esofageo inferiore nel chiudersi correttamente e mantenere gli acidi nello stomaco. Come alimentarsi in caso di reflusso acido:

se siete soliti mangiare cioccolatini e spesso soffrite di bruciori di stomaco, è il momento di dire basta a uno dei tuoi dolci preferiti, o almeno limitatene il consumo. In primo luogo, il cioccolato contiene caffeina e altri stimolanti come la teobromina, che rischiano di aumentare  le probabilità di un grave reflusso acido. In secondo luogo, è ricca di grassi, il che significa che ci vuole più tempo per digerirla e può innescare reflusso. Infine il cacao può causare un rilassamento delle cellule intestinali che favoriscono l’acidità di stomaco. Qualsiasi tipo di bevanda alcolica può contribuire al riflusso, l’ alcol infatti stimola la produzione di acido nello stomaco e irrita  l’esofago. E’ consigliabile preferire il tè al caffè, in quanto quest’ ultimo stimola l’acidità nello stomaco, provocando reflusso acido. Evitate anche di mangiare i pomodori, quando soffrite di questo problema, questi ortaggi infatti, sono ricchi di acido citrico, acido malico e acido ascorbico che possono irritare lo stomaco e l’esofago. Chiaramente anche le bevande gassate sono da evitarsi, così come gli agrumi, che acidificano lo stomaco. Gli alimenti troppo grassi e  la carne rossa, per lo stesso motivo, sono sconsigliabili, preferite alimenti facilmente digeribili e carni bianche. Evitate anche il pepe, l’ aglio ed il formaggio e non fate pasti abbondanti prima di andare a  letto, piuttosto fate  quattro o cinque piccoli pasti durante la giornata, invece di due o tre grandi pasti.