come alimentarsi per favorire il cervello

Può capitare di  sentirsi spossati a livello cerebrale e di non riuscire a trovare la giusta concentrazione  di cui necessitiamo ogni giorno per far fronte allo studio o al lavoro,  ebbene un aiuto in questi particolari momenti  di stress, forse non ci avevate pensato, ma può venire dal cibo. Scopriamo insieme allora come alimentarsi per favorire il cervello:

esistono alcuni alimenti che più di altri, o in abbinamento ad altri, sono utili ad affinare la memoria, la capacità di attenzione, e le funzioni del cervello. La caffeina ad esempio è uno  di essi. Come noto, troviamo la caffeina principalmente nel caffè, nella cioccolata, nelle bevande energetiche, e alcuni farmaci, anche se gli effetti sono di breve durata. Oltretutto non bisognerebbe mai eccedere con la caffeina. Lo zucchero è il vero e proprio carburante per il cervello ed aiuta molto, sul  breve termine  la memoria, il pensiero, e le capacità mentale in genere , pertanto è opportuno introdurre gli zuccheri soprattutto a  colazione. I ricercatori hanno anche  dimostrato che gli alimenti ricchi di fibre, come i  cereali integrali e i latticini e la frutta, sono grandi alleati del cervello e della concentrazione. Anche  il pesce, essendo ricco di acidi grassi omega-3 è fondamentale per la salute del cervello. Questi acidi grassi permettono inoltre di ridurre i rischi di demenza e ictus. Quindi perfetto per il cervello sarebbe  mangiare due porzioni di pesce alla settimana, aggiungere una dose giornaliera di noci e cioccolato fondente , ricchi di  vitamina , antiossidanti e stimolanti naturali.  Una dieta ricca di cereali integrali e frutta come l’ avocado può ridurre il rischio di malattie cardiache e colesterolo cattivo. Questo riduce il rischio di accumulo di placche e migliora il flusso sanguigno, che offre un modo semplice e gustoso per accendere le cellule cerebrali. Pare che  i mirtilli possano aiutare a proteggere il cervello dai danni causati dai radicali liberi e possono ridurre gli effetti delle condizioni legate all’età come il morbo di Alzheimer o la demenza. Gli studi dimostrano anche che le diete ricche di mirtilli migliorano la capacità di apprendimento.

 

 

 

P