Come allenare i deltoidi

Le spalle costituiscono un gruppo muscolare molto importante anche perché esteticamente è uno dei quali ci si focalizza maggiormente perché è quello più in vista.rafforzare i muscoli di questa regione è davvero importante sia ai fini estetici che funzionali. Facciamo un cenni di anatomia riguardo il gruppo muscolare delle spalle: l’articolazione della spalla è interamente coperta dal muscolo deltoide e più profondamente dalla cuffia dei rotatori. Il deltoide è diviso grossolanamente in tre parti: anteriore, laterale e posteriore. esso è il muscolo responsabile dell’ elevazione in avanti, lateralmente e posteriormente del braccio in qualsiasi direzione. Vediamo dunque come allenare i deltoidi:

 si consiglia sempre di allenarsi gradualmente, non sforzando troppo i muscoli le prime volte, per poi intensificare gradualmente l’attività fisica. Gli esercizi che possono essere eseguiti per sviluppare i deltoidi sono: le alzate sulla testa con manubri; le alzate frontali con manubri: per allenare la parte anteriore del muscolo deltoide; le alzate laterali con busto inclinato in piedi , parte posteriore deltoide; alzate laterali su panca a 90° , per far lavorare la parte posteriore del deltoide, non indicato per chi ha problemi alla schiena. alzate laterali con manubri: esercizio di facile esecuzione che coinvolge tutte e tre le parti del muscolo. Non bisogna utilizzare dei pesi troppo importanti perché sennò non si riescono a mantenere le braccia tese. E’ sempre fondamentale aumentare i pesi gradualmente e respirare profondamente, inspirando quando si contrae il muscolo ed espirando quando si torna in posizione di partenza. Chiaramente ogni sessione di allenamento dovrà essere preceduta da un’ opportuna fase di riscaldamento, al fine di evitare traumi e strappi muscolari ed anche quando avrete terminato l’ allenamento, dovrete sciogliere i muscoli ed allungarli il più possibile, solo in questo modo infatti eviterete l’ odioso stato di indolenzimento dovuto alla produzione di acido lattico.