come allenarsi dopo una contrattura

Una contrattura muscolare è una lesione del muscolo che si manifesta quando questo è stato sottoposto ad uno sforzo troppo intenso al limite della sopportazione e come una sorta di difesa, si contrae, magari proprio durante la fase di allenamento. Durante la contrattura il dolore in tutta la parte colpita è abbastanza intenso che tende a far gonfiare tutta la zona intorno. In ogni caso si tratta di lesioni che passano nel giro di qualche giorno in quanto non si presuppone nessun livello di gravità. 

L’aspetto essenziale è che chi ha subito una contrattura muscolare deve stare in assoluto riposo quindi niente allenamenti intensi ma solo massaggi e stretching. Si tratta di un trattamento conservativo che può durare anche circa 10 giorni. Per gli atleti e gli sportivi questo periodo di inattività può essere un colpo ma è importante rispettarlo per guarire presto. Allenarsi dopo una contrattura presuppone una serie di esercizi rilassanti che allungano i muscoli e fanno arrivare maggior afflusso di sangue.

I massaggi ai muscoli possono aiutare tantissimo in caso di contrattura. Questi però devono essere fatti solo ed esclusivamente da personale qualificato che non faccia ulteriori danni ma che aiuti il muscolo a rilassarsi.

Per quanto riguarda lo stretching invece è necessario stirare i muscoli fino a che non si avverte la tensione. A questo punto bisogna sopportare questa tensione per un massimo di 30 secondi e poi rilasciare. L’importante è che non si avverta mai dolore. Questa stiratura può essere eseguita in varie parti del corpo ed in particolare nella zona muscolare colpita dalla contrattura. Il movimento deve essere eseguito in modo lento e per più volte al giorno, e ancora meglio non solo quando ci si deve allenare ma anche in altri momenti della giornata.

Allenarsi dopo una contrattura muscolare presuppone un periodo di riposo continuato che vi permetterà di ritornare più in forma di prima.