come alleviare i sintomi della varicella

La varicella è causata dal virus conosciuto come varicella-zoster e si diffonde facilmente da una persona all’altra. Questa malattia può diffondersi attraverso l’aria o il contatto con la saliva, muco, o il fluido delle vesciche di un individuo infetto. La persona infetta è contagiosa da uno o due giorni prima della comparsa delle eruzioni cutanee, fino al momento in cui tutte le bolle si sono asciutte. Di solito ci vogliono 10-21 giorni per permettere ai sintomi di svilupparsi, dopo essere stato esposto al virus. I sintomi più comuni sono il prurito, rash cutaneo e macchie o bolle su tutto il corpo. Altri sintomi includono febbre, affaticamento, perdita di appetito, e dolori muscolari. Essa è più comune tra i neonati, seguita da donne incinte e persone con sistema immunitario debole. Di solito, i peggiori sintomi della varicella scompaiono in circa due settimane. Tuttavia, si può provare con alcuni rimedi naturali per alleviare alcuni dei sintomi e avere sollievo dal prurito. Vediamo insieme allora come alleviare i sintomi della varicella:

Il bicarbonato di sodio può aiutare a controllare il prurito e l’ irritazione da varicella. Mescolare mezzo cucchiaio di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua. Usare un panno morbido da immergere nella soluzione e poggiatelo sulle parti del corpo interessate e lasciarlo asciugare. Un’altra opzione è quella di mescolare la metà o una tazza di bicarbonato di sodio nell’ acqua del bagno e immergersi in essa. L’ olio di neem  aiuta ad asciugare le vesciche e allevia il prurito in larga misura. Preparasi una  zuppa di carote e coriandolo è estremamente utile nel trattamento della varicella. Essa è ricca di antiossidanti che aiutano nel processo di guarigione. Anche il  miele potrà fornire sollievo dal prurito e contribuire a guarire le vesciche causate dalla varicella. L’olio di lavanda è un altro rimedio efficace per ridurre l’irritazione della pelle e prurito causato da varicella. Diluire un po ‘di olio essenziale di lavanda con un  olio di base, come  quello di mandorle o olio di cocco e applicarlo sulle zone colpite e lasciarlo in posa fino a quando si asciuga. Ripetere due volte al giorno. Molte persone trovano sollievo anche applicando localmente del talco mentolato, utile  soprattutto se  si contrae la malattia in estate.