come alleviare un nodulo ascellare

Un gonfiore sotto l’ ascella appare quando un linfonodo sotto il braccio si è gonfiato o ampliato, in particolare quando vi è qualche infezione in atto. Il gonfiore può essere piccolo o anche di qualche centimetro. Le cause possono essere molte, tra cui infezioni batteriche o virali, la rasatura, l’ utilizzo di deodoranti anti-traspiranti, escrescenze di tessuto grasso innocue e reazioni allergiche. I sintomi di un nodulo ascellare possono variare a seconda della causa. Tuttavia, alcuni sintomi comuni sono un braccio gonfio, dolori localizzati, dolori muscolari, gonfiore dei linfonodi, eruzioni cutanee, perdita di appetito, e sintomi simil-influenzali. Questi noduletti  possono verificarsi sia negli uomini che nelle donne di tutte le età. Nella maggior parte dei casi, non richiedono il trattamento e iniziano a scomparire come il tuo corpo comincia a  ”combattere” l’ infezione. Tuttavia, se una donna nota un nodulo sotto l’ ascella, dovrebbe consultare un medico in quanto può indicare anche il cancro al seno. Inoltre, optare per un controllo medico se un nodulo ascellare è presente da più di due settimane e mostra segni di arrossamento,  e l’irregolarità della forma. Allo stesso tempo, è possibile utilizzare alcuni rimedi casalinghi per contribuire ad accelerare il recupero e prevenire al nodulo di riapparire. Vediamo insieme allora come alleviare un nodulo ascellare:

 

un rimedio per trattare un nodulo ascellare è l’ impacco caldo. La temperatura calda aiuta ad aumentare la circolazione del sangue , ridurre le dimensioni del nodulo e alleviare il dolore. Immergere un asciugamano sottile in acqua calda. Strizzare l’acqua in eccesso. Mettere l’asciugamano sotto l’ascella per 5 -10 minuti. Ripetere 3 o 4 volte al giorno per una settimana. La vitamina E è un potente antiossidante che può contribuire a trattare un grumo ascella nel giro di pochi giorni. Inoltre, riduce il gonfiore e previene l’accumulo di liquido nei linfonodi. Inoltre aiuta a trattenere l’umidità e facilitare la riparazione della pelle. Massaggiare il nodulo con olio di vitamina E per alcuni minuti, 2 o 3 volte al giorno per una settimana. Inoltre, prendere supplementi di vitamina E dopo aver consultato un medico o mangia alimenti ricchi di vitamina E. Alcuni alimenti ricchi di vitamina E sono le mandorle, i semi di girasole, gli spinaci, l’ avocado, l’ olio extravergine di oliva, le bietole, gli asparagi,le cime di rapa, ecc.. Infine, evitate l’ applicazione del deodorante per qualche giorno.