come appendere quadri in modo corretto

Quando si tratta di appendere un quadro, un poster o delle foto, non è un’ operazione che può essere lasciata al caso, infatti, i semplici chiodi non sono indicati per qualsiasi tipo di quadro e/o parete. Oltre ai chiodi infatti esistono colla, tasselli, viti, strisce adesive ecc.. Per destreggiarsi al meglio ed appendere i nostri complementi d’ arredo con cognizione di causa ed in tutta sicurezza, vediamo insieme come appendere quadri in modo corretto:

la prima cosa alla quale badare è quella di appendere il quadro dritto, a tale  scopo vi sarà utile utilizzare  una livella. Questo vi sarà particolarmente utile  soprattutto se  intendete posizionare più di un quadro alla stessa altezza. evitando dislivelli. Si tratta di  individuare il punto preciso in cui si desidera appendere il quadro, quindi segnate un puntino con la matita, dove andrete a mettere il chiodo. Se il vostro quadro è piuttosto leggero, vi basterà utilizzare un solo chiodo da 3,75 cm, massimo 5 cm, lo inclinate di 45° rispetto alla parete e colpirete con il martello. Poi ovviamente vi servirà il gancio al quadro. Se il vostro quadro invece è piuttosto pesante, è opportuno utilizzare le viti autofilettanti. In questo caso dovrete fare il buco nel muro con il trapano, inserire il tassello e  avvitare la vite. Se il quadro è particolarmente grosso, anzichè usare un solo chiodo centrale, utilizzatene due  ai lati per stare più tranquilli. In alcuni casi non si può ( o non è necessario) forare le pareti, in questi casi potremmo adoperare le  strisce adesive, eliminando il gancetto dietro al quadro  e pulendo la superficie con alcool ( per far aderire le  strisce al meglio)  e poi lo fissiamo al muro esercitando una certa pressione. In alternativa potreste adoperare i ganci adesivi, ne utilizzerete più di uno, qualora il quadro fosse leggermente più pesante. Se invece si tratta di un poster o di una foto da appendere, potreste utilizzare le gomme adesive, le  quali sono oltretutto riutilizzabili.