Come asciugare i capelli all’aria

Ci dicono spesso che il phon, se usato troppo spesso e troppo da vicino, fa male ai capelli. Ci dicono che lasciare i capelli bagnati fa venire, col tempo, la cervicalgia … ma è pur vero che mettersi ad asciugare i capelli col phon in piena estate, con quel caldo infernale, è una vera e propria sofferenza. Quindi la soluzione ?
In realtà asciugare i capelli all’aria fa meno male di quanto si possa pensare, e permette anche di risparmiare un bel po’ di tempo che andrebbe invece speso nell’asciugatura classica. Tanto più che asciugare i capelli all’aria permette di ottenere una capigliatura molto più naturale, un effetto
beach waves che normalmente sarebbe molto più complicato da ottenere col phon. Ecco una semplice guida su come asciugare i capelli all’aria:
Il primo passo in questo senso è asciugare i capelli con l’asciugamano subito dopo essere uscite dalla doccia. Può sembrare un passo ovvio, ma se aggiungiamo che va fatto con calma, almeno 2 minuti, e delicatezza, allora capirete perché è così importante. È proprio con l’asciugamano che
viene eliminata la gran parte dell’acqua. Occhio a tamponare delicatamente. A questo punto forse si sarà formato qualche nodo in più, ma niente che il pettine non riesca a risolvere in pochi minuti. Dopo di ciò, l’acconciatura dipende dal vostro tipo di capelli e da come pensate voi stesse di farla,
ma a prescindere da ciò dovrete affidarvi a qualche prodotto fissante, non fosse altro che per  mantenere l’effetto naturale che si sarà creato asciugando i capelli all’aria. Tanto per fare un esempio, se avete capelli fini, potete usare degli oli di semi di lino o di argan, se hanno bisogno di
essere ravvivati, allora scegliete un prodotto che dia un effetto cotonato. Occhio però a non utilizzare prodotti volumizzanti, poiché poiché sono pensati apposta per agire col calore.