Come ballare il merengue

Originario della Repubblica Dominicana, il merengue è un ballo popolare delle culture latine, il cui modello base presenta soltanto due passi, del tutto versatili, dato che si basano su un tempo di 4/4.
Esistono diversi tipi di merengue, ognuno caratterizzato e condizionato da un differente tempo: c’è la versione up-tempo o quella più lenta “de salón” . Fatta questa breve premessa, iniziamo a fare un breve viaggio di presentazione su questa danza, prima di scatenarci in pista. Quando si balla il merengue il primo passo da fare è il “paso de la Empalizada” che consiste nel mantenere la propria partner in una posizione da valzer, avanzando verso un lato. Dopodiché, si può ruotare in senso orario o antiorario. Questo è il “merengue de salón”, in cui le coppie non si separano mai. Eseguendo invece il “merengue di figura” si possono fare dei giri individuali, l’importante è non abbandonare mai le mani del partner.
Vediamo quali sono i giri
Giro a 1 mano: la donna fa scorrere la mano attorno all’uomo lungo il suo braccio fino ad unire tutte le mani tra loro.
Giro a 2 mani: slittando nella stessa posizione del giro a 1 mano,sollevate  le mani in aria e fate passare la donna sotto entrambe le braccia in un giro a 360 gradi, fino a ritrovarsi con le braccia incrociate. L’uomo, può poi farla girare nella direzione opposta riportandola al punto di partenza.
Giro con braccio dietro la schiena: sollevando una mano in aria, senza lasciare andare l’altra, ruotarla verso l’esterno, cosicchè la donna si trova con un braccio dietro la schiena e uno esterno.
Giro ad abbraccio: è come quello con braccio dietro la schiena, solo che la partner gira verso l’interno. Per questo, entrambe le braccia si ritrovano avvolte attorno a sè stessa, da qui l’uomo si sposta al suo fianco ritrovandosi voltati nella medesima direzione.