Come bollire le verdure

Esistono verdure di ogni tipo e ognuna di esse ha dei tempi di cottura diversi, sebbene la modalità sia pressoché sempre la stessa.

Prima di vedere come bollire le verdure in maniera corretta, bisogna ricordare che le verdure sono indispensabili in una dieta sana ed equilibrata e che, sin da bambini, si dovrebbe imparare a mangiare qualunque tipo di verdura.

In più è bene anche sfare un mito che da sempre accompagna le verdure; ovvero che le verdure bollite non abbiano alcun sapore! Al contrario le verdure lessate sono ottime; basta condirle con un pizzico di sale e un po’ di olio di oliva per ottenere un contorno davvero eccellente.

 

Come bollire le verdure: i consigli

Abbiamo detto che la bollitura delle verdure è più o meno simile per tutti i vegetali. Ci sono, quindi, poche regole che bisogna tenere a mente in fase di cottura al fine di conservare il gusto e tutte le proprietà nutritive di questi cibi.

Come prima cosa bisogna dire che per conservarne il colore e la consistenza, tutte le verdure, con la sola eccezione delle patate, devono essere calate in acqua bollente e lasciate cuocere senza coperchio. A seconda del tipo di verdura che state lessando, ricordate che il sale deve essere più abbondante quanto più breve è il tempo di cottura, mentre per la pentola da utilizzare bisogna sempre preferirne una in acciaio inossidabile o smaltato.

Per quanto concerne i tempi di cottura, tutto dipende non solo dalla grandezza degli ortaggi ma anche dalla loro “età”; questo significa che le primizie hanno generalmente un tempo di cottura più breve rispetto alle verdure stagionate.

Per controllare la cottura ed essere certe di “indovinare” i tempi si consiglia di inserire la punta di un coltello nella parte più spessa dell’ortaggio; vi accorgerete se la cottura è ottimale dalla “morbidezza” dell’ortaggio stesso.

 

Come bollire le verdure a foglia

Dopo questa panoramica generale sulla cottura delle verdure, vediamo nel dettaglio come bollire le verdure a foglia. Per questo tipo di verdure, tipo spinaci o erbette, il modo migliore per bollirle è immergerle in acqua salata già calda in maniera tale da consentire alle foglie di cuocere velocemente e di conservare il loro coloro vivido.

Chiaramente prima di procedere alla cottura è fondamentale lavare con attenzione le verdure e lasciarle scolare per qualche tempo; per la bollitura vera e propria immergete le verdure a foglia in acqua già bollente e fate cuocere sino a quando le foglie non si saranno ammorbidite.

Dopo la bollitura si suggerisce di lasciare le verdure in uno scolapasta in modo tale da far rilasciare l’acqua in eccesso e farle raffreddare; se avete urgenza di servire le verdure potete anche raffreddarle sotto acqua corrente, sebbene questo possa comprometterne il sapore.