Come calcolare i giorni fertili

Se state tentando di concepire un bambino e volete sapere più o meno con esattezza quali sono i 3-4 giorni al mese durante i quali potete rimanere incinta con più probabilità, allora dovete sapere come calcolare i giorni fertili.

Ovviamente il calcolo dei giorni fertili va preso con “le pinze” in quanto è di solito valido solo per le donne che hanno un ciclo mestruale regolare e comunque non può essere certo al 100%.
Quindi se contrariamente a quanto detto, volete evitare una gravidanza non potete assolutamente fare affidamento su questo tipo di calcolo.
Prima di calcolare i giorni fertili vediamo come si verifica il ciclo mestruale:
Dal giorno che arrivano le mestruazioni parte la prima fase del ciclo mestruale ovvero quella durante la quale si sviluppa il follicolo. Questa fase dura in media 14 giorni e viene definita “estrogenica”.
Dopo il 14° giorno entriamo nella fase progestinica che dura per gli altri 14 giorni. La prima fase è detta “variabile” in quanto non in tutte le donne dura ogni mese 14 giorni, mentre la seconda è fissa proprio perché la durata non può variare.
Per calcolare i giorni fertili in una donna dal ciclo regolare dobbiamo semplicemente tener presente che in media questi vanno dal 12° al 16° giorno dall’inizio del ciclo precedente. Questo calcolo si basa sulla durata della vita degli spermatozoi, fino a 72h, e quella dell’ovulo che è di circa 24h.
Per sapere come calcolare i giorni fertili in maniera più precisa dobbiamo indubbiamente ricorrere ad uno dei numerosi test, che sono presenti in farmacia, che possono darci dei dati più affidabili rispetto al calcolo approssimativo che come già detto non vale per le donne con il ciclo irregolare. Questi test misurano il livello dell’ormone LH il quale raggiunge un picco circa 24h prima dell’ovulazione.

Un altro fattore che possiamo prendere in considerazione per sapere quali sono i giorni fertili sono i sintomi che molte donne hanno durante l’ovulazione:

  • Perdite bianche o trasparenti
  • Gonfiore o dolore al basso ventre
  • Maggior desiderio sessuale
  • Gonfiore o dolore al seno

Ovviamente anche qui è tutto soggettivo infatti molte donne durante l’ovulazione non avvertono alcun sintomo.
In sostanza quindi non c’è un metodo preciso su come calcolare i giorni fertili, ma se siamo dotate di un ciclo regolare allora quasi certamente possiamo avere una migliore idea di qual è il periodo per provare a concepire un bambino.