Come calmare un neonato

Se siete da poco diventati genitori, sicuramente la vostra gioia sarà infinita e tenere il vostro bambino in braccio è una delle cose più belle che potesse capitarvi. Alla gioia della nascita spesso purtroppo si affiancano le insicurezze e le paure, infatti essendo una situazione del tutto nuova, può capitare di non saper gestire le situazioni o di impaurirsi per alcuni comportamenti, apparentemente inspiegabili del bambino, come ad esempio il pianto isterico, alcuni neonati infatti piangono come naturalmente ci si aspetta per comunicare con noi qualcosa che già ci aspettiamo, altre volte invece si tratta solo di capricci. In ogni caso vediamo come calmare un neonato:

solitamente il neonato piange perchè ha fame o sete, sonno, ha il pannolino sporco, a male al pancino, è ammalato, ha caldo o freddo, o semplicemente per attirare la vostra attenzione perchè in quel momento magari si sente un po’ solo. La prima cosa da fare quando il piccolo è nervoso è avvolgerlo in una copertina ( o un lenzuolo in estate) e metterlo in posizione fetale, in questo modo si sentirà al sicuro, proprio come quando si trovava nel vostro pancione, ovviamente cercate di assicurarvi che il piccolo stia bene, in caso negativo, comportatevi di conseguenza, anche recandovi in ospedale se necessario. Molto spesso si tratta solo di piccoli capricci e bisogno di coccole, si rende presto conto infatti che piangendo subito correte da lui. Quando è troppo stressato accarezzatelo dolcemente e sussurrategli parole dolci, magari cantategli una canzoncina, lo aiuterà a rilassarsi e gli concilierà anche il sonno. Per calmarlo voi stessi dovrete essere calmi e non trasferirgli altro stress. Una volta che avrete individuato un sistema che riesce a calmare il vostro piccolo, come un massaggio o una filastrocca che gli cantate, cercate di utilizzare lo stesso rimedio anche in altre circostanze, in questo modo lui assocerà quel rituale ad uno stato di tranquillità.