Come chiedere perdono

Chiedere perdono è un gesto che denota nobiltà d’ animo, se è vero che abbiamo commesso una brutta  azione è anche vero che siamo disposti a  farne ammenda. Il chiedere perdono non è scontato nè da tutti, sono veramente poche infatti, le persone che pur sapendo di avere torto sono disposte a  chiedere scusa, vuoi per orgoglio, vuoi per ignoranza, vuoi perchè hanno paura di mostrarsi come delle persone deboli. In realtà, la vera forza di una persona sta nel saper riconoscere i propri errori e chiedere perdono e la controparte, anche qualora non  disposta a  perdonare perchè magari ritiene che il torto subito è troppo grande per appianare le divergenze, dovrebbe quanto meno prendere atto del gesto compiuto nei suoi confronti. Ad ogni modo se dentro di voi avvertite un forte senso di disagio e di colpa per ciò che avete commesso, non è giusto che vi teniate tutto dentro, non dovete infatti avere paura delle conseguenze ma liberatevi in tutta serenità, vediamo insieme allora come chiedere perdono:

per prima cosa, se intendete chiedere perdono dovrete chiedere scusa, e per farlo, la prima regola è la chiarezza. Si tratta di evitare grossi giri di parole e frasi auto-commiserative, siate invece molo chiari e diretti, rischiereste di avere l’ effetto contrario altrimenti, cercate di immedesimarvi nei panni dell’ altro, come vi sentireste voi se aveste subito un torto e la persona che lo ha commesso, vi avesse chiesto un chiarimento e durante questo cercasse di arrampicarsi sugli specchi? Sicuramente molto male, quindi siate espliciti, spiegate alla persona in questione di esser rammaricati e dispiaciuti per l’ accaduto, che intendete chiedere il suo perdono in quanto siete certi che in futuro on vi comporterete mai più così in quanto avete preso piena coscienza del brutto gesto compiuto e intendete rimediare per meritarvi il perdono.