Come chiedere scusa

Chiedere scusa è un grande gesto di maturità, non tutti infatti ne sono capaci, significa mostrare rimorso per il torto che si è fatto a  qualcuno, assumendosi le proprie responsabilità. Non abbiate paura di affrontare la  situazione, in quanto se è vero che avete sbagliato è anche vero che siete disposti a  fare ammenda, certe se sbagliate sempre e dopo chiedete scusa la vostra credibilità ormai è perduta, ma in ogni caso è sempre un’ ottimo gesto fare “mea culpa”, già ma come? Vediamo insieme come chiedere scusa:

la cosa più importante è parlare con il cuore in mano, spiegare le motivazioni che vi hanno spinto ad agire in quella determinata maniera, aggiungendo che non era vostra intenzione ferire i sentimenti dell’ altra persona e che se così non fosse a  quest’ ora non sareste li  a scusarvi. Agite tempestivamente in quanto avrebbero scarso valore oggi le scuse per un torto di diverso tempo fa, anzi i rapporti in questo lasso di tempo potrebbero essere precipitati drasticamente. Non cercate assoluzioni o peggio ancora di scaricare e/o dividere la colpa con altri, rischiando di peggiorare ancor più la vostra posizione. Se è vero che è buona norma scusarsi subito, è anche vero che ci sono persone che se sono infastiditi preferiscono essere lasciate in pace per qualche tempo, se così fosse, attendete qualche giorno prima di porgere le vostre scuse. Se siete molto timidi o semplicemente imbarazzati una buona soluzione è data dallo scrivere una lettera alla persona ferita, così potrete spiegarvi per bene senza interruzioni. Comunque se possibile, cercate di superare queste paure ed affrontate l’ altro di persona in quanto, specialmente se il torto che avete fatto è grande, potreste risultare non veramente dispiaciuti. Un errore da evitare assolutamente è quello di dirsi dispiaciuti che l’ altro si sia offeso, dire così sembrerà che non staiate ammettendo veramente i vostri errori.