come chiedere scusa ad un figlio

Chiedere scusa dopo uno sbaglio non è per niente sinonimo di debolezza, così come molto spesso si può credere, ma è un segno di grande crescita personale. Questo ragionamento vale ancora di più se a chiedere scusa deve essere un genitore ad un proprio figlio dopo aver avuto un atteggiamento poco piacevole. Ma la cosa più importante è che i bambini osservano tutto del mondo degli adulti e avere un atteggiamento giusto permette loro di comprendere come comportarsi nelle relazioni interpersonali.

Ciò che veramente risulta difficile è come chiedere scusa ad un figlio e come non sbagliare. La prima cosa da fare è calmarsi e riflettere sul fatto accaduto che vi ha fatto perdere la calma. Scusatevi subito e non fate passare altro tempo. In questo modo sarete un esempio per il vostro bambino che capirà che bisogna subito riconoscere i propri sbagli e non è necessario far passare altro tempo. Il secondo aspetto importante è la sincerità. Essere sinceri sia nelle parole che negli atteggiamenti rassicura il piccolo e allontana rammarico e sensi di colpa sia nei genitori che nei figli. Essere brevi e concisi. Quando si chiede scusa ad un figlio o a qualsiasi altra persona è importante non dilungarsi troppo in discorsi inutili ma puntare dritti al succo del pensiero. Questo atteggiamento aiuterà a farsi apprezzare di più. Guardare avanti è questo il segreto per non restare fermi ed ancorati in atteggiamenti sbagliati e che possono minare il rapporto genitore figlio. Andare avanti e superare questo momento è un atteggiamento importante che aiuta il bambino a capire che non bisogna assolutamente restare ancorati al passato ma cercare di superare ogni momento negativo. Ripetere le scuse qualora l’atteggiamento negativo si ripropone.