come cogliere i segnali di uno squilibrio ormonale

I messaggeri chimici del tuo corpo, gli ormoni, devono viaggiare in ogni organo attraverso il flusso sanguigno e servono a regolare i processi vitali, come il metabolismo e la riproduzione. Gli ormoni più comunemente fluttuanti del corpo sono gli estrogeni, progesterone e testosterone (ormoni sessuali), tiroide (ormone del metabolismo), adrenalina (ormone dell’ energia), il cortisolo (ormone dello stress) e la melatonina (ormone del sonno). Le donne sperimentano maggiori cambiamenti ormonali rispetto agli uomini. Mentre entrambi i ragazzi e le ragazze passano attraverso la pubertà, le donne sperimentano diverse fasi di definizione supplementari per tutta la vita – mestruazioni, la gravidanza, dopo il parto, premenopausa e, infine, la menopausa. Le fluttuazioni ormonali influenzano in modo significativo il  benessere fisico e mentale in generale. Mentre si dovrebbe consultare un medico quando si verifica uno squilibrio ormonale, il primo passo verso il trattamento inizia con l’identificazione del problema. Vediamo insieme allora come cogliere i segnali di uno squilibrio ormonale:

se state notando delle oscillazioni anomale nel vostro peso , potrebbe trattarsi di cambiamenti ormonali nel corpo. La tiroide secerne ormoni che regolano il metabolismo e di conseguenza, l’ aumento o la perdita di peso. Se avete brividi, stanchezza, pelle secca e stipsi sono sintomi di accompagnamento, la ghiandola tiroidea potrebbe  produrre un numero inferiore di ormoni. Se avvertite costante stanchezza e debolezza, potrebbe dipendere dal cortisolo, i livelli di questo ormone infatti influenzano direttamente la secrezione di serotonina – un ormone che ci rende felici. Inoltre, l’ affaticamento può essere dovuto alla mancanza di un ormone tiroideo che controlla il metabolismo del corpo. Se improvvisamente si avverte un calore proveniente dal nulla che si diffonde attraverso il corpo, accompagnato da sudorazione, palpitazioni e formicolio al corpo, si potrebbe trattare di “vampate di calore”. Questa sensazione, insieme all’ insonnia, sono sintomi comuni della menopausa e quindi di un cambiamento ormonale. Anche la perdita di capelli si associa ai cambiamenti ormonali. A livelli elevati, alcuni ormoni inibiscono la percezione del dolore, mentre a bassi livelli inibiscono sentimenti di felicità e positività. Sbalzi d’umore sono causati quando questi ormoni vanno in tilt.  Cerchiamo quindi di prestare attenzione  a tutti questi segnali e di sottoporci ad analisi specifiche periodiche.