Come coltivare il ciliegio

Il ciliegio (Prunus Serrulata Amanogawa) è un albero ornamentale, apprezzato principalmente per i suoi bellissimi fiori rosa, che spuntano in primavera. Questo albero viene spesso utilizzato come simbolo del Giappone, richiamando appunto i fantastici viali alberati e tinti di rosa di quelle zone, l’ albero di ciliegio infatti, non solo ha dei bellissimi grappoli di fiori rosa, ma anche le foglie sono di questo colore e possono raggiungere anche i 400 metri di altezza, ma la crescita è comunque molto lenta, pertanto se avete un giardino di proprietà, potreste pensare di coltivare questo bellissimo albero che non occuperà molto spazio, ma sarà in grado di regalarvi delle belle soddisfazioni, vediamo insieme allora come coltivare il ciliegio:

coltivare il ciliegio ornamentale è molto semplice, questa pianta infatti non necessita di particolari cure, vi basterà recarvi in un negozio ben fornito di articoli per il giardinaggio e procurarvi un esemplare di questa pianta anche molto piccolo. Da subito dovrete avere l’ accortezza di mantenere le sue radici ben umide, quindi, durante il tempo necessario che vi occorrerà per scavare una buca in giardino( in un punto molto soleggiato), dovrete tenere le sue radici immerse in un recipiente colmo d’ acqua. Quando avrete opportunamente preparato la vostra buca profonda, potrete posizionarvi il ciliegio, e ricoprire la buca con il terreno rimosso, poi dovrete compattarlo per bene ed innaffiarlo da subito. Un’ ottima strategia per favorire e semplificare la coltivazione del ciliegio ornamentale consiste nel fertilizzare il terreno aggiungendo dello stallatico. Innaffiate poi il terreno quando e se notate che questo è troppo asciutto, poi con l’ arrivo della primavera aggiungerete dell’ altro stallatico. Potrebbe capitare durante l’ anno che il vostro ciliegio venga attaccato da noiosi parassiti come gli afidi o che venga colpito da infezioni crittogamiche, pertanto sarà opportuno trattarlo con un anti-parassitario e controllare la pianta di tanto in tanto. Infine nel mese di giugno potrete potarlo se notate dei rami troppo lunghi e disordinati.