Come coltivare il tartufo

I tartufi fanno parte della famiglia dei Tuber e sono spontanei, essi infatti crescono sotto il terreno in prossimità delle radici degli alberi, prediligendo in particolare le querce ed i lecci. Poichè si trovano sotto il livello del terreno, non possono essere individuati ad occhio nudo, pertanto si utilizzano i cani da tartufo, i quali riescono, grazie al loro olfatto sviluppato, a trovarne. Il tartufo è molto amato in cucina e grazie ad esso è possibile preparare delle pietanze davvero speciali e gustose, inoltre essi sono molto pregiati, in particolare, il tartufo bianco, ancor più pregiato, può arrivare a costare diverse migliaia di euro al chilo, pertanto in commercio oltre al tartufo fresco, per risparmiare è possibile acquistare dei surrogati di tartufo dal sapore simile, ma non si tratta di tartufo. Gli esperti studiano per cercare di coltivare il tartufo, ma è tutt’ altro che semplice, infatti è possibile coltivare quello nero, meno pregiato, ma ancora non è possibile coltivare quello bianco. Se anche voi desiderate cimentarvi in queste operazioni al fine di preparare dei gustosi pranzetti, vediamo insieme come coltivare il tartufo:

per coltivare il tartufo avremo bisogno di ricreare le condizioni di cui necessita, in particolare si farà ricorso alla micorrizzazione, ovvero bisognerà mettere in contatto i tartufi con le radici di un’ altra pianta in moda tale da permettergli di assorbirne gli elementi nutritivi. Le piante in questione dovranno essere già adulte e dovrete innaffiarle spesso e possibilmente con l’ acqua con la quale avrete lavato degli altri tartufi. Dedicatevi alla coltivazione dei tartufi dall’autunno fino alla primavera e cominciate scavando dei solchi nel terreno dove posizionerete le piante in questione. Il terreno scelto non potrà assolutamente essere calcareo e dovrete privarlo di eventuali detriti e pietre, l’ acqua che utilizzerete dovrà essere priva di cloro, quindi sarà o distillata o piovana. Ci vorrà molta determinazione e pazienza in quanto occorreranno circa 10 anni per avere una buona coltivazione del tartufo ed in questo lasso di tempo dovrete prendervi cura del terreno utilizzando di tanto in tanto della torba e pulendolo da eventuali infestazioni.