Come coltivare l’ erba cipollina

Già nel 3000 a C i cinesi conoscevano l’ erba cipollina, che veniva raccolta  allo stato selvatico in tutta la Cina e l’Europa. Nel 16 ° secolo, gli europei la coltivavano nei loro giardini per scopi culinari.

L’ erba cipollina è usata per insaporire le patate novelle, i formaggi freschi, le frittate, le minestre, le salse, il pesce, la carne , le insalate etc.. conferendo loro un delicato aroma di cipolla  speziato.

 

Erba cipollina è anche coltivata in quanto  le foglie sono leggermente antisettiche e possono favorire la digestione e stimolare l’appetito.

 

L’impianto di erba cipollina è legato alla cipolla, si sviluppa sotto il suolo e cresce con steli verdi che spuntano  dritti verso l’ alto. Questa erbetta, dal retrogusto di cipolla, si rende protagonista  di molte ricette. Se anche  a voi piace molto, vediamo insieme come coltivare l’ erba cipollina:

 

L’ erba cipollina è abbastanza facile da coltivare, si tratta infatti di un’ erba perenne molto resistente.

Può essere coltivata in giardino o in vaso con un  terreno fertile, in una posizione soleggiata e dove è facile  avviare i semi. Le foglie o dei piccoli bulbi possono essere raccolti per tutta la stagione di crescita.

Ogni primavera i ciuffi di erba cipollina devono essere espiantati e divisi in grumi più piccoli, per poi rinvasarli.

Quando l’ erba cipollina sarà cresciuta per utilizzarla dovremo raccogliere piccoli grappoli (da 10 a 15 fili) tra le dita e tagliare almeno 1 cm sopra la corona della pianta.