Come coltivare l’ erba cipollina

L’ erba cipollina è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Amarillidaceae, molto amata in cucina ed apprezzata dalla tradizione culinaria di tutto il mondo. Questa pianta che si presenta con un bulbo sferico ricoperto da più strati simili alla carta, privilegia i climi umidi e freddi di Europa, Asia e nord America. Questa pianta mediamente raggiunge i 25 cm. di altezza, mentre dal centro di essa si erge la fioritura di tonalità rosa, più o meno chiaro, che può raggiungere invece, anche 40 cm. di altezza. Questa erba aromatica può essere comprata già pronta oppure piantarla e curarla noi stessi, vediamo insieme allora come coltivare l’ erba cipollina:

la scelta se piantare l’ erba cipollina  a partire dai semi oppure comprare in un negozio specializzato la piantina già interrata sta a  voi. Se avete scelto per ragioni di praticità di comprare la piantina già cresciuta, allora la prima cosa da fare è travasarla in un vaso più grande e le dovrete ricoprire con un substrato leggero e drenante. Poi appena vedrete spuntare qualche ciuffetto, allora trasferirete nuovamente nel terreno. Questa pianta può svilupparsi tranquillamente sia che la  esponiate ai raggi solari, sia che la teniate in ombra, la temperatura invece dovrà essere monitorata, allora in inverno terrete “ al caldo” la vostra piantina inserendo della paglia o delle cortecce di legno, se avrete questa  accortezza, nonostante il naturale riposo vegetativo invernale in cui la pianta si presenta piuttosto secca, vedrete che invece in primavera, con i primi raggi solari rifiorirà.  Per quanto riguarda l’ innaffiatura, tenete a mente che il terreno di questa pianta dovrà essere sempre umido, poi quando i fiori saranno spuntati, dovrete tagliarli prima che ingialliscano e diventino secchi. Se poi i ciuffi di fiori diventassero troppo folti è buona norma sfoltirli per evitare che stando gli uni sugli altri muoiano.