come coltivare la citronella

La citronella è una pianta aromatica molto utilizzata in cucina ( soprattutto in quella indiana) ma anche come pianta ornamentale, per sfruttare le sue proprietà repellenti contro fastidiosi insetti come le zanzare, da questa pianta infatti viene anche estratto l’ olio essenziale che viene diluito con altri prodotti ed utilizzato sul corpo come anti-zanzare, oppure utilizzato in vari prodotti repellenti allo stesso scopo, come le candele alla citronella. Se anche voi desiderate farne scorta, vediamo insieme come coltivare la citronella:

questa pianta dal retrogusto simile al limone, dalle origini asiatiche è una perenne sempre-verde e ben si adatta a quasi tutte le zone, ad eccezione delle zone molto fredde con probabili gelate. Si tratta di una pianta annuale che germoglia rapidamente, ben si presta quindi ad esser coltivata in giardino, in balcone o in terrazza. Se intendete coltivarla dovrete utilizzare un terreno drenante e sopra di esso stendere uno strato da un paio di cm di compost ( possibilmente preparato da voi stessi), ricordatevi che sia che si tratti di una zona del vostro giardino, sia che si tratti di coltivazione in vaso, la citronella dovrà essere esposta al sole almeno 8 ore al giorno. Dopo aver compattato il terreno, dovrete procedere ad innaffiare abbondantemente. L’ innaffiatura è fondamentale per la sopravvivenza della pianta, in particolare nei mesi estivi non dovrà mai mancare e in inverno, se le piogge scarseggiano, dovremo integrare l’ acqua necessaria alla sopravvivenza della pianta con opportune innaffiature. La citronella raggiunge il massimo splendore in estate e per aiutarla, durante l’ anno è opportuno spruzzarla con del fertilizzante a base di azoto, in questo modo eviteremo anche la formazione dei parassiti, questi infatti possono essere anche molto dannosi per la pianta ed arrivare fino a soffocarla privandola dei nutrienti di cui ha bisogno, pertanto, un paio di volte all’ anno è buona norma trattare la citronella con un anti- parassitario.