Come coltivare le piante aromatiche

Chi ha la fortuna di possedere un giardino o un terrazzo all’aperto, ben esposti al sole, potrebbe, una volta nella vita, sperimentare le gioie del giardinaggio provando a coltivare ortaggi o piante con le proprie mani. Un esempio molto diffuso ed apprezzato sono le erbe aromatiche: facili da coltivare ed estremamente salutari, rappresentano senza dubbio un aiuto non indifferente per cucinare piatti gustosi e saporiti.

Come coltivare le piante aromatiche, dunque? Per acquistare i semi ci si può rivolgere ai negozi biologici, che aprono sempre più numerosi in tutte le città italiane e del mondo. Le piantine, ovviamente, si possono anche acquistare. Per preparare i vasi bisogna sistemare l’argilla o della ghiaia sul fondo, in modo che il terreno risulti leggero. Per far sì che le piantine abbiano vita lunga e salutare è necessario annaffiare con una certa regolarità, ovvero tutti i giorni, possibilmente la mattina presto, evitando che vengano a formarsi ristagni di acqua. È necessario poi concimare regolarmente, almeno una volta al mese.

Un consiglio utile su come coltivare le piante aromatiche per risparmiare tempo e spazio è quello di far crescere anche più tipologie diverse di piantine all’interno di un unico vaso, prestando però attenzione al fabbisogno idrico di ciascuna di esse ed evitando quindi di mischiare piantine che necessitano di un maggiore quantitativo di acqua con altre che invece  non ne richiedono molta. Le piantine devono essere esposte al sole, ma occhio a quando sopraggiunge la stagione estiva e le conseguenti temperature troppo elevate: alcune erbe potrebbero soffrire per il troppo calore e morire. Nelle ore più calde della giornata, quindi, è sempre bene riparare i vasetti con le piantine in una zona leggermente ombrosa.

Dopo aver scoperto come coltivare le piante aromatiche, è utile capire quali di queste preziose erbe bisogna avere sempre al proprio fianco in cucina. Le erbette più utilizzate sono senza ombra di dubbio il basilico, il rosmarino, la salvia, il timo, la maggiorana e la menta. Tutte queste erbe, oltre a vantare numerosi utilizzi in cucina per la preparazione di piatti molto saporiti, hanno dalla loro anche numerose proprietà salutari. Vale quindi la pena, sotto tutti gli aspetti, dedicarsi alla loro coltivazione.