Come combattere la fame nervosa

Quasi tutte le persone non mangiano esclusivamente per nutrirsi ma anche per golosità e/o fattori emozionali, questo atteggiamento può sfociare in una vera è propria compulsione se non tenuto sotto controllo. La fame nervosa rappresenta il tentativo di attenuare le emozioni forti introducendo cibo e questa tendenza non è comunque esclusiva delle persone in sovrappeso, bensì tipica degli individui preda di un turbinio di forti sensazioni quali ansia, rabbia, tristezza ma anche semplice noia e pigrizia. Al fine di combattere la fame nervosa proviamo a razionalizzare su cosa spinge ad assumere determinati atteggiamenti:

  • Se tendete ad avere la sensazione di fame nervosa quando siete tristi e/o soli e quindi agite per colmare un vuoto, può essere utile per combattere questa tendenza scrivere quali sono le cose che vi rendono felici e cercare di assecondare almeno una di queste per dissuadervi dal pensiero del cibo. Invitate amici, tenetevi impegnati. Se inoltre praticate attività fisica migliorerete il vostro umore e scaricherete la tensione.
  • Se tendete ad ingurgitare cibo quando siete in preda all’ansia, magari perchè qualcosa vi preoccupa, cercate di cambiare il vostro stato mentale e convincetevi che essere in apprensione non modificherà lo stato dei fatti. Anche in questo caso può essere utile scrivere quelle che secondo voi sono le risoluzioni del problema (come se doveste consigliarle a un’ altra persona) e perseguitele.
  • Se mangiate essenzialmente per noia invece, sicuramente utile è programmarsi delle attività piacevoli ed utili da svolgere nella giornata.
  • Se mangiate eccessivamente quando siete arrabbiati e frustrati, determinante è agire affinchè combattiate la rabbia e quindi la fame nervosa. Molto utile è sfogare la rabbia attraverso lo sport.