come combattere la processionaria

La processionaria è un insetto molto pericoloso per gli animali e le persone, inoltre rappresenta un vero nemico per il raccolto. Si tratta di un parassita ricoperto di un manto di peli urticanti che si attaccano soprattutto alle mucose come uncini, pertanto visto che questi insetti sono soliti muoversi in fila, proprio a simulare una processione ( da qui deriva quindi il nome processionaria) quando si muovono, soprattutto in primavera per i boschi o i parchi, può essere molto pericoloso per i nostri animali, se ad esempio portiamo il cane al parco, la sua bocca potrebbe esserne attaccata e per il cane la processionaria può essere addirittura letale, quindi prestate particolare attenzione quando portate il vostro cane a spasso soprattutto in questo periodo dell’ anno quando escono dal nido, nel quale sono state durante tutto l’ inverno in fase larvale. Vediamo allora come combattere la processionaria:

esistono vari modi per combattere la processionaria, utili soprattutto a chi vuole tutelare il proprio raccolto ed assiste ad una vera e propria infestazione. I nidi di processionaria possono essere distrutti manualmente, in inverno, andando a tagliare i rami delle piante che ne sono stati colpiti. Questa operazione è consigliabile se è eseguita in un’ area limitata e comunque dovrete indossare dei guanti protettivi e degli occhiali. In alternativa è possibile contrastare la processionaria microbiologicamente, ovvero si tratta di spruzzare un organismo in grado di renderle inermi, il

Bacillus thuringiensis kurstaki. Potreste anche scegliere di combattere la processionaria con le trappole ai feromoni, nel mese di giugno,le quali impediscono ai maschi ed alle femmine di incontrarsi e quindi di generare altre larve. Se si tratta di infestazioni importanti ed estese è opportuno chiamare degli esperti ed attuare l’endoterapia. Si tratta di inserire insetticidi nel sistema vascolare delle piante. Come rimedio alternativo naturale potreste utilizzare l’imenottero e la phryxe caudata, nemici della processionaria.