come combattere la secchezza oculare

La secchezza degli occhi, nota anche come sindrome dell’occhio secco, si verifica quando le lacrime non forniscono sufficiente lubrificazione agli occhi. Questa condizione può provocare diversi fastidi come la secchezza che da una sensazione pungente o di bruciore agli occhi, una maggiore sensibilità alla luce, arrossamento agli occhi, una sensazione di avere qualcosa negli occhi (soprattutto se si indossano le lenti a contatto), difficoltà di guida di notte, e la visione offuscata o un affaticamento della vista. La secchezza degli occhi può essere causata da e fattori medici e anche ambientali. Di solito, gli occhi asciutti sono causati da una mancanza di produzione di lacrime adeguate. Le ghiandole lacrimali possono produrre meno lacrime a causa dell’ invecchiamento, per una condizione medica (diabete, l’artrite reumatoide, lupus, sclerodermia, disturbi della tiroide e carenza di vitamina A), per l’ utilizzo di alcuni farmaci, esposizione a radiazioni ecc.. .Alcuni fattori di rischio possono aumentare le probabilità di avere gli occhi asciutti. Questi includono essendo l’ essere over 50, essere una donna (a causa di cambiamenti ormonali), avere allergie croniche, portare  lenti a contatto, una dieta a basso contenuto di acidi grassi omega-3 e vitamina A. Se non trattata, la secchezza degli occhi può portare a complicazioni come aumento le infezioni, ma per fortuna, oltre ai farmaci che vi suggerirà il medico, ci sono molti rimedi casalinghi per affrontare questo problema. Scopriamo insieme allora come combattere la secchezza oculare:

le persone con gli occhi asciutti tendono a strofinare costantemente i loro occhi, il che dovrebbe essere evitato per ridurre l’infiammazione. Per alleviare questo disagio e mantenere una corretta igiene dell’occhio, si consiglia di lavare le palpebre un paio di volte al giorno. Uno stratagemma per trattare  gli occhi asciutti è l’ utilizzo di  un impacco caldo. Il calore dell’ impacco aumenta la circolazione del sangue nella zona e promuove la formazione di lacrime. Immergere un panno pulito, privo di lanugine in acqua calda e strizzare l’acqua in eccesso. Tenere questo panno umido sopra le palpebre chiuse per un massimo di 10 minuti alla volta (non di più). Utilizzare questo trattamento almeno due volte al giorno fino a quando i sintomi regrediscono. Anche l’ olio di ricino aiuta  a ridurre i sintomi della secchezza oculare. L’acido ricinoleico contenuto nell’olio funziona come un agente anti-infiammatorio che aiuta ad alleviare il prurito, l’ irritazione, il bruciore e il dolore associato con la condizione.  E’ altrettanto utile mangiare più alimenti ricchi di Omega-3. La secchezza degli occhi può essere causa di una mancanza di acidi grassi essenziali nella dieta, specialmente omega-3 acidi grassi. Gli Omega-3 aiutano a ridurre l’infiammazione nel corpo e anche stimolare la produzione di lacrime .