Come combattere la stanchezza

La stanchezza è un problema che colpisce molte persone e che coinvolge sia corpo sia mente. E’ limitativo infatti parlare solo di stanchezza mentale o fisica in quanto di solito sono due cose che marciano abbastanza insieme. Per stanchezza s’intende quel senso di spossatezza che impedisce di compiere le normali attività quotidiane. Oltre alla normale stanchezza che porta voglia di dormire può capitare di sentire anche dolori che si possono tramutare in quella definita sindrome da affaticamento cronico che porta anche mal di gola, dolori a muscoli e articolazioni, mal di testa e disturbi di memoria e concentrazione.

Ma casi gravi a parte è bene, prima di intraprendere qualsiasi cura, imparare a riconoscere i segnali che il nostro corpo ci lancia.
L’eccessiva sensazione di sonnolenza è il sintomo principale e spesso è tale da render difficile mantenere gli occhi aperti. A questo, come suddetto si possono aggiungere dolori e difficoltà di concentrazione.
Alcune delle cause fisiche che possono portare stanchezza sono: sovrappeso, eccessiva magrezza, terapie farmacologiche specifiche, gravidanza e allattamento, esagerare nelle attività, dormire poco. Anche la presenza di determinati disturbi fisici può portare eccessiva stanchezza.
Ma oltre alle cause fisiche, possono essere presenti anche alcune psicologiche come eccessivo stress, insonnia, depressione, shock emotivi, depressione, etc.
Ma come combattere la stanchezza?
Come suddetto per trovare la soluzione è necessario prima arrivare alla causa, fatto ciò è possibile ricorrere al rimedio più idoneo per combattere la stanchezza.
Tra questi troviamo diete (nel caso di problemi di peso), attività fisica costante, un sonno regolare (da evitare il consumo di caffeina e alcool prima di andare a dormire). Sebbene sembri un paradosso la caffeina a lungo andare peggiora la stanchezza invece di migliorarla dunque è bene limitarla il più possibile.
Anche il nostro stile di vita in generale deve cambiare infatti se la stanchezza è provocata da stress e ansia è opportuno rallentare cercando di portare a termine tutti i compiti da svolgere pianificando il tutto in modo ordinato. Se necessario è utile rivolgersi ad uno psicologo.
Se la nostra stanchezza dipende dal sonno è necessario cercare di andare a dormire e svegliarsi sempre alla stessa ora.
Per risolvere questo problema sono molto indicate attività di rilassamento come lo yoga.
Esistono diversi rimedi alternativi alla stanchezza come l’agopuntura, l’aromaterapia, e erbe che assunte sotto forma di tisana migliorano i livelli di energia. Tra queste troviamo la liquirizia, ginkgo biloba, ginseng, echinacea. Sotto consiglio del medico potrebbe essere risolutivo l’assunzione di integratori vitaminici.