Come condire l’ insalata

L’ estate si avvicina e la tanto temuta prova-costume comincia a destarci qualche preoccupazione in quanto durante l’ inverno molto probabilmente abbiamo ceduto a parecchie tentazioni culinarie, ecco allora che le insalate vengono in nostro aiuto. Quando si pensa ad un’ insalata generalmente la mente ci riporta all’ immagine di tristi foglioline verdi scondite, niente di più falso! Con un pizzico di fantasia infatti potremo portare il tavola un’ insalata davvero ricca, a base di patate, ortaggi vari, pesce, pollo ed addirittura carne. Il condimento poi è fondamentale per il buon sapore finale dell’ insalata. Vediamo allora come condire l’ insalata:

innanzitutto se avete la cattiva abitudine di mettere l’ insalata nella ciotola, condire alla men peggio, mescolare un pochino ed impiattare, sappiate che non è preferibile se avete invitati servire l’ insalata già condita, inoltre se proprio volete, almeno disponete l’ insalata poi il sale, poi il limone o l’ aceto ( per sciogliere il sale) e solo infine l’ olio. Come condimenti più particolari indicati principalmente per le insalate semplici, composte di sole foglie ( o con pezzi di frutta e/o frutta secca) ci sono senza dubbio le vinaigrette, ovvero un’ emulsione ottenuta con olio, aceto e sale e le citronette, ovvero l’ emulsione di limone, sale e olio, per restare unite insieme queste emulsioni necessitano anche di altri ingredienti, come senape, miele o tabasco. I condimenti ideali per le insalate di riso, patate, fagiolini, rape o altri ortaggi pastosi, sono senza ombra di dubbio quelli cremosi preparati ad esempio con dello yogurt bianco unito ad olio, sale e pepe, oppure ad una purea di cetrioli, ad un trito di erbe aromatiche o di frutta secca, o ancora, in alternativa allo yogurt possiamo utilizzare la panna o il burro fuso come basi per poi arricchirle secondo il nostro gusto.