Come confessare una bugia

Nella vita sarà capitato o capiterà a tutti prima o poi di aver detto una bugia e in effetti esistono vari tipi di bugie, ad esempio delle bugie più innocue, magari dette per pavoneggiarsi, raccontando un episodio mai esistito nella realtà, oppure dichiarandoci protagonisti di un racconto “eroico” al quale magari  non eravamo neanche presenti  o se lo eravamo avevamo un ruolo del tutto marginale, di solito questo genere di bugie viene raccontato dalle persone molto insicure, che cercano l’ approvazione negli altri e raccontano queste bugie, spesso poco plausibili per sentirsi accettati. Vi sono poi bugie dette per proteggere gli altri, quelle definite “ a fin di bene”, quando cioè vogliamo evitare una sofferenza all’ altra persona, quando ormai per quella determinata cosa non c’è più nulla da fare. Vi sono poi le bugie più serie, quelle dettate dalla disonestà, esse possono anche essere delle omissioni più che delle bugie, ad esempio il non rivelare al nostro compagno che lo abbiamo tradito, mentendo magari su quello che abbiamo fatto o dove eravamo quella determinata giornata, altre bugie ancora possono essere dette per non trovarsi in situazioni spiacevoli, sicuri di  suscitare una brutta reazione negli altri o per lasciar ricadere su altre persone una colpa che in realtà è nostra. Se è vero che le prime tipologie di bugie sono piuttosto innocue e facilmente perdonabili e l’ altro tipo di bugie invece molto gravi e che suscitano rabbia negli altri, è anche vero che in entrambi i casi raccontarne è avvero brutto e bisognerebbe sempre evitare ed affrontare le situazioni di petto. Se avete capito di aver sbagliato raccontando quella bugia, soprattutto se essa è grave, molto probabilmente sarete preda di molti sensi di colpa che non vi lasciano dormire la notte ed avvertiate il desiderio di “liberarvi” raccontando la verità, benissimo! Questo vi fa  onore e comunque l’ altro apprezzerà la vostra confessione, quindi parlate con l’ altro, magari scrivete un biglietto se vi vergognate troppo e rivelate il misfatto, spiegando ciò che vi ha spinto a  farlo e il vostro dispiacere a riguardo, evitate però assolutamente di minimizzare irritando ancora di più gli altri.