Come conservare il prezzemolo

Il prezzemolo è uno degli odori più utilizzati in cucina e sprigiona al meglio le sue qualità nutrizionali e organolettiche specialmente se consumato fresco, ma essendo una pianta che teme il freddo è consigliabile farne una bella scorta nei mesi caldi e conservarlo.

Esisto diversi metodi per conservare al meglio il prezzemolo. Affinché mantenga più a lungo sapore e consistenza conviene conservarlo il più velocemente possibile da quando è stato raccolto, ma conviene sempre prepararlo a dovere prima di conservarlo Infatti avendo cura di maneggiarlo delicatamente per non rovinare le foglie, va lavato prima con acqua fredda, magari per immersione con un po’ di bicarbonato, e successivamente lo si asciuga.

Successivamente rimuovete i gambi in modo tale da conservare solo ciò che vi serve. Da ora potete conservare il prezzemolo con la modalità che preferite. Il metodo più usato ovviamente è il congelamento, infatti, il prezzemolo può essere conservato in freezer per diversi mesi conservando quasi intatte le sue caratteristiche.

Se volete conservarne un grande quantitativo è sconsigliabile tenerlo tutto insieme, prendete dei ciuffetti e metteteli in sacchetti per alimenti ermetici o in barattolini, in questo modo il congelamento sarà più efficace. Il prezzemolo potete anche congelarlo tritato ma cosi ne accelererete l’ossidazione e di conseguenza il tempo di conservazione si abbrevia, quindi conviene lasciare le foglie intere e tritarle poco prima dell’utilizzo.

Potete conservare il prezzemolo anche sotto sale, in un barattolo aggiungete insieme prezzemolo e sale in rapporto 2 a 1 (ad esempio per 100 grammi di prezzemolo aggiungete 50 grammi o poco meno di sale). Ovviamente prima dell’utilizzo il prezzemolo dovrà essere sciacquato bene. Potete conservare il prezzemolo anche sottolio. Basta riporre in un barattolo le vostre foglioline e ricoprirle d’olio extravergine d’oliva facendo attenzione che siano tutte completamente immerse. Conviene comunque conservare il barattolo in frigo per allungarne il tempo di conservazione e se il barattolo è di vetro copritelo con della stagnola in modo tale che non prenda luce che potrebbe far irrancidire l’olio.