Come conservare l’ olio d’ oliva

L’ olio di oliva è un ingrediente fondamentale in cucina, esso infatti viene utilizzato per condire sughi, salse, insalate, carne, pesce ecc.. e molte persone vista l’ importanza di questo condimento preferiscono acquistarne di buona qualità, magari recandosi personalmente presso aziende agro-alimentari, che consentono l’acquisto al dettaglio. Soprattutto se acquistato in grosse quantità, l’ olio d’ oliva purtroppo potrebbe andare  a male in quanto è molto soggetto ad irrancidimento, pertanto dovrete attuare degli accorgimenti al fine di farlo durare più  a lungo. Vediamo allora come conservare l’ olio d’ oliva:

considerate innanzitutto che l’ olio di oliva si conserva massimo per un anno, pertanto, nonostante lo conserviate al meglio, più di tanto non è possibile prolungarne la durata, allora il suggerimento principale consiste nel non comprarne in quantitativi spropositati, rischiando poi di doverlo buttare o regale ad altri sotto scadenza. Cercate di fare una stima dei vostri consumi d’ olio di oliva nell’ anno precedente in modo da regolarvi per l’ acquisto.

Abbiate poi cura di riporre il vostro olio d’ oliva in un luogo fresco ed asciutto, lontano dalla luce, per evitare che diventi rancido, ossidandosi. La temperatura migliore per preservare il vostro olio si assesta intorno ai 21 gradi centigradi, una cantina quindi sarebbe il luogo ideale per la conservazione dell’ olio d’ oliva in quanto incarna tutte queste caratteristiche.

Quando acquistate l’ olio chiedete che vi sia messo all’ interno di taniche di vetro opaco e scuro oppure all’ interno di contenitori realizzati in acciaio inossidabile ( metallo non reattivo quindi idoneo). Qualora non fosse possibile, procedete voi a travasare il vostro olio in questo tipo di contenitore (evitate assolutamente la plastica in quanto potrebbe essere assorbita dall’ olio ed i contenitori realizzati in rame o ferro, i quali potrebbero alterare l’ olio.

Il contenitore prescelto deve necessariamente possedere un’ idonea chiusura ermetica. Olii d’ oliva di qualità inferiore potranno essere conservati  anche in frigo,  a patto che prima dell’ utilizzo vengano portati a temperatura  ambiente.