Come conservare le olive nere

Le conserve sono una delle parti migliori della nostra cucina poiché ci consentono di tenere a portata di mano ottimi contorni da gustare durante tutto l’anno.

Tra queste molto amate sono le olive nere che possono essere conservate sia sott’olio sia sotto sale.
Le olive nere in conserva, oltre ad essere molto gustose, possono rivelarsi un’ottima soluzione se abbiamo bisogno di un contorno ma non abbiamo niente di pronto.
Vediamo dunque come conservare le olive nere in entrambi i modi.

Olive nere sotto sale

Per conservare le olive sotto sale è necessario prendere quelle mature e sane e lavarle con l’aceto. Dopodichè dobbiamo mettere un primo strato in un recipiente coprirle di sale grosso, mezzo spicchio di aglio e peperoncino. Aggiungere un altro strato di olive e procedere con lo stesso condimento.
Una volta finite le olive dobbiamo chiudere il recipiente e lasciare a riposare il tutto in un luogo fresco per circa 10 giorni.
Man mano che le olive cacceranno la loro acqua sarà bene gettarla. Trascorsi i 10 giorni non ci resta che scolare tutta l’acqua che è rimasta e riporre le olive, che ormai si saranno addolcite e raggrinzite, all’interno di un vasetto. Se preferite potete aggiungere un filo d’olio, origano e semi di finocchio.

Olive nere sott’olio

Le olive nere sott’olio vanno preparate possibilmente in primavera quando queste iniziano a nascere.
Dobbiamo innanzitutto sapere che ad ogni kg di olive corrispondono 100gr di sale grosso.
La prima cosa da fare è lavare le olive con l’aceto dopodichè, come per quelle sotto sale, dobbiamo mettere uno strato di olive in un recipiente e condirlo con sale grosso, aglio, peperoncino e origano. Creiamo altri strati e lasciamo marinare il tutto per 10 giorni mescolandole ogni giorno.
Trascorso il tempo è necessario scolarle, e farle asciugare naturalmente su di un telo, possibilmente al sole.
Riponiamo le olive all’interno dei vasetti, aggiungendo finocchietto selvatico.
Non ci resta che ricoprirle d’olio e il gioco è fatto.