Come conservare sott’ olio

Solitamente le conserve che si consumano nel corso dell’ anno si preparano in autunno, e si utilizzano per preparare golose tartine  e bruschette da servire  come   antipasto o per farcire rustici, pizze e golosi panini. Si possono preparare con vari ingredienti, ma le più utilizzate sono senza dubbio  quella di melanzane, carciofi, pomodori secchi etc..

Conservare gli alimenti è una  tecnica di cucina molto antica  e utile, soprattutto perchè non vi esistevano frigoriferi e/o non era possibile fare sprechi ecco che le conserve si rivelavano utilissime, permettendo infatti di avere degli alimenti perfettamente conservati e freschi anche a  distanza di tempo ( massimo un anno).

A Se anche voi avete voglia di cimentarvi ma non sapete da che parte cominciare e magari avete anche un po’ paura in quanto avete sentito dei rischi che può comportare, vediamo insieme come conservare sott’ olio:

il periodo ideale per le conserve è l’ estate e l’ autunno, dovete scegliere gli ortaggi migliori, la buona riuscita di una conserva infatti, per essere ricca di sapore e per conservarsi al meglio, necessita di un’ ottima qualità delle materie prime, le quali dovranno essere scelte prive di ammaccature, macchie ed assolutamente non dovrà essere troppo matura o acerba.

Per ovviare a qualsiasi rischio, sarà indispensabile sterilizzare a  dovere i contenitori dove disporrete le vostre conserve, questa può avvenire in pentola, ovvero metterete i contenitori e i tappi dentro una pentola  riempita d’ acqua e lascerete bollire per almeno 30 minuti. Oppure potreste sterilizzare i contenitori nel forno microonde per 2 minuti con due dita d’ acqua nei vasetti, o  ancora nel forno tradizionale  a 100° per 5 minuti, poi quando verserete il contenuto bollente, tappate e capovolgete in modo tale che si creerà il sottovuoto ed andrete a sterilizzare a  perfezione anche i tappi.

Lavate, e tagliate gli ortaggi da conservare  e ricopriteli  di sale  e lasciatele  a  spurgare tutta la notte in frigo. L’ indomani  strizzate  a dovere  e  disponete nei vasetti, aglio, basilico ed aromi  che  preferire ed olio, poi man mano  aggiungete a  strati gli ortaggi prescelti, pressandoli molto bene. Ricordate che  dovranno sempre essere immerse nell’ olio, pertanto, lasciatele una notte al buio con il tappo e poi controllate, il giorno dopo  se il livello dell’ olio si è abbassato, in caso affermativo, aggiungetene dell’ altro.