Come coprire un balcone

Sia in estate che in inverno si pone la necessità di coprire il balcone o la terrazza, sia per evitare che i raggi solari entrino direttamente dentro casa rovinando i colori di tessuti, divani, quadri, mobili ecc.., sia per evitare che piova direttamente sui balconi ( ad esempio in inverno anche se piove è possibile lasciare  asciugare il bucato all’ aria aperta fuori al balcone, sullo stendino, se vi è una opportuna copertura), sia per tutelare la propria privacy specialmente se abitate ad un piano basso. Esistono varie soluzioni molto efficaci a seconda delle esigenze da soddisfare, vediamo quindi come coprire un balcone:

una prima soluzione, molto efficace è data dalle tende scorrevoli che oltre ad essere abbastanza economiche, si istallano anche facilmente, esse sono molto pratiche e proteggono la casa e il balcone dai raggi solari, dalla pioggia e dagli sguardi indiscreti. Vi sono poi i pergolati, ovvero delle vere e proprie strutture ( di legno) che vengono fissate al muro e poi rivestite con stoffa, tegole, panelli o foglie finte, a seconda del proprio gusto personale e dal budget economico del quale si dispone. Potreste anche optare per delle pratiche tettoie ( simili a  quelle da giardino per intenderci), da realizzare in legno o metallo, da ricoprire poi con dei pannelli in plexiglass, trasparenti o oscurati, a seconda delle esigenze personali. Un’ opera di copertura dei balconi, sicuramente più impegnativa e dispendiosa dal punto di vista economico, ma molto funzionale è data dalle vetrate, esse per essere istallate necessitano di un intervento tecnico mirato da parte di operai specializzati ( a patto che non siate esperti di ristrutturazioni) i quali le monteranno su strutture apposite pieghevoli o a scorrimento. Queste strutture con le vetrate non ostacolano la vista e consentono di fruire al meglio i balconi o le terrazze, ricordate però in questo caso, prima di procedere ai lavori, di procurarvi gli appositi permessi.