Come cucinare i canederli

I canederli,  ovvero una sorta di polpette  di pane farcite ( con speck e formaggio o spinaci), cotte poi nel brodo, sono una pietanza tradizionale Tirolese, gli abitanti di Trento e Bolzano ne vantano le origini ma questo piatto è apprezzato in tutta Italia. Se avete avuto modo di assaggiarli, sicuramente vorrete riprodurli, vediamo allora come cucinare i canederli:

per prima cosa dovrete far la spesa e procurarvi il necessario per 4 persone, ovvero 200 g. di pane secco, 2 uova, 120 g. di speck, noce moscata q.b., 50 g. di farina, mezza cipolla, 50 g. di burro, olio q.b., pepe q.b., 150 ml. di latte, un trito di prezzemolo ed erba cipollina, circa 2 litri di brodo di carne.

Con gli ingredienti pronti cominciate pure a  cucinare i canederli disponendo in una ciotola il pane tagliato a piccoli cubetti, aggiungete poi il latte, le uova sbattute, il sale, il pepe, mescolate e lasciate riposare per un’ ora. Nel frattempo fate soffriggere lo speck tagliato a  cubetti nell’ olio e nel burro sciolti, dove avrete fatto prima rosolare la cipolla, dopo qualche  minuto di cottura lasciate raffreddare ed unitevi il pane, il trito di erbe, la noce moscata e la farina, mescolate e lasciate riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo indicato, andate a  formare delle polpette con le mani inumidite ( per evitare che il composto si attacchi), poi passate i vostri canederli in un piatto dove avrete disposto della farina. Nel frattempo mettete a  riscaldare il  brodo, quando questo bollirà, potrete immergervi i canederli che andranno a fondo, poi lasciate cuocere per un quarto d’ ora o comunque fin quando verranno in superficie e vorrà dire che sono pronti, quindi serviteli con il brodo caldo ed una spolverata di parmigiano grattugiato, oppure prelevateli dal brodo ed impiattateli con del burro fuso.