come cucinare i murici

I murici, il cui nome scientifico è Bolinus brandaris, in passato erano molto utilizzati per l’ estrazione della porpora, colorante naturale, sono molluschi gasteropodi appartenenti alla famiglia dei Muricidae, noti anche con nomi diversi a seconda della località di provenienza, c’è chi li chiama sconcigli, etc.. Questi molluschi non sono molto pregiati, infatti costano molto poco e facilmente possiamo pescarli da soli anche andando una giornata al mare, i pescatori più che altro si ritrovano a venderli perchè restano impigliati nelle maglie delle reti. Le dimensioni dei murici sono di circa Esso si presenta 6–8 cm, piuttosto spinosa e si trovano nei fondali sabbiosi. Non lasciatevi ingannare dalla facile reperibilità ed il basso costo, essi infatti sono davvero gustosi. Vediamo insieme allora come cucinare i murici:

i murici solitamente, visto che sono piuttosto callosetti, vengono preparati all’ insalata, ma possiamo anche prepararli con la pasta, da condire con un sughetto fatto di soli murici o volendo, anche con un misto di frutti di mare. Per preparare una spaghettata ai murici per 4 persone vi serviranno 400 gr di spaghetti, 1,50 Kg di murici, 250 gr di pomodorini, prezzemolo, olio, peperoncino, aglio e pepe q. b.

Dopo aver preparato tutti gli ingredienti, cominciate pure la preparazione della ricetta disponendo i murici in una pentola aggiungendo dell’ acqua sul fondo. Coprite con il coperchio e fate cuocere per una mezzora circa. Dopo la cottura, estrarre i murici dal guscio e teneteli da parte. Nel frattempo andremo a preparare il sugo facendo soffriggere lo spicchio d’ aglio d’aglio e peperoncino in olio extra vergine d’oliva che avrete messo a riscaldare in una padella. Unite quindi i pomodorini, aggiustare di sale e fate cuocere per una decina di minuti circa. Tagliate e murici ed uniteli al sugo e fate cuocere senza coperchio per farlo restringere qualche minuto. Nel frattempo cuocete gli spaghetti e poi fateli saltare nel sugo, unendo pepe e il trito di prezzemolo.