Come cucinare il fegato

Il fegato ( solitamente di vitello) è un ingrediente molto utilizzato in cucina, soprattutto dai veneti, i quali preparano il delizioso fegato alla veneziana con una cremina di cipolle davvero deliziosa, in realtà questa parte del vitello, ricca di proteine, vitamine e sali minerali, può essere preparato in svariati modi ed è consigliato, oltre che per il suo gusto delizioso, anche a coloro i quali soffrono di anemia o sono in dolce attesa, in quanto si tratta di un alimento ricco di ferro. Vediamo nel dettaglio allora come cucinare il fegato:

potreste ad esempio preparare il fegato in padella, procurandovi 250 gr. di fegato di vitello, 50 gr. di pangrattato, foglie di salvia, 1 spicchio d’aglio, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe q.b. Con tutti gli ingredienti a portata di mano dovrete passare le fettine di fegato (freschissimo) in un piatto riempito con il pangrattato, sale e pepe e dovrete far aderire al meglio questo composto al fegato, quindi in una padella anti- aderente lasciate riscaldare un filo d’ olio ed adagiatevi le fettine, che dovranno cuocere un paio di minuti per lato. In alternativa, potreste cuocere il fegato in un’ altra maniera molto sfiziosa, procurandovi 250 gr. di fegato di vitello, 1 cipolla, 1 spicchio d’aglio, 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva, 1 cucchiaio di aceto, sale e pepe q.b, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro e mezzo bicchiere di acqua tiepida. Con questi ingredienti a poratta di mano, aiutandovi con delle forbici da cucina andate a tagliuzzare il fegato, ottenendone degli straccetti, intanto in una padella lasciate soffriggere l’ aglio ed un trito di cipolla in olio di oliva, quindi unitevi gli straccetti di fegato ed aggiustate di sale e pepe, dopo qualche minuto dalla cottura, sfumate con l’ aceto ed aggiungetevi il concentrato di pomodoro sciolto in acqua tiepida, quindi coprite e lasciate cuocere fin quando il fegato risulterà bello morbido al tatto