come cucinare il seitan

Il seitan è un prodotto alimentare di tipo vegetale, molto amato ed apprezzato soprattutto dai vegani, vegetariani o semplici appassionati di cucina, ricco di proteine che non fanno male alla salute, pertanto è da considerarsi come valida alternativa alla carne. Anche chi segue un regime alimentare povero di grassi può trovare nel seitan un valido alleato e prepararsi burger, fettine, spezzatine, arrosti ecc.. 100% vegetali. Se anche voi allora avete voglia di provare questo prodotto ancora poco conosciuto, vediamo insieme come cucinare il seitan:

come accennato, questo alimento, tipico dell’ alimentazione priva o povera di carne, può essere preparato in vari modi, potreste ad esempio cuocerlo in padella dove avrete fatto soffriggere il olio bollente prima un trito di cipolla, carote e sedano e poi il seitan, poi se gradite un piatto ancora più ricco, potrete abbinarvi un contorno a base di verdure o cuocere le stesse direttamente in padella insieme al seitan. Vi stupirete molto qualora decidiate di preparare delle scaloppine con il seitan, se ad esempio volete prepararle al limone, potreste impanare il seitan nella farina (magari di ceci se gradite potenziare il contenuto proteico), poi lo farete rosolare il padella con olio e quando sarà abbastanza cotto, aggiungerete del succo di limone ed ultimerete la cottura. Chiaramente, come qualsiasi altro alimento, se fritto regale sempre quel gusto goloso in più, soprattutto se preparate prima una pastella con del pangrattato ed uovo prima di friggerlo (chiaramente se siete vegani, preferirete una pastella fatta con farina ed acqua frizzante). Un’ altra ricetta molto apprezzata soprattutto da chi ama il sugo, è il ragù di seitan, si tratta di spezzettare il seitan ed aggiungerlo al classico trito di cipolla, carota e sedano, poi vi si aggiunge il seitan, si sfuma con il vino e si aggiunge il pomodoro, poi si aggiusta di sale e pepe e si ultima la cottura.