come cucinare la kobe

La Kobe è una varietà di carne tipica del Giappone ed è molto conosciuta per essere una delle carni più pregiate al mondo per gusto e per qualità. La particolarità che distingue una normale fettina di carne dalla carne Kobe è la venatura di grasso presente tra il muscolo. È distribuito in modo uniforme tanto da rendere ogni morso una goduria a livello sensoriale: una tenerezza e un gusto che solo pochi alimenti possono assicurare. Inoltre il grasso riesce a trattenere tutti i liquidi all’interno.

La carne Kobe è così tanto pregiata e di alta qualità perché la razza di bovino da cui deriva, è allevata in totale isolamento tra le montagne e spazi verdi del territorio giapponese.

Data la sua rinomata pregevolezza, la bistecca di carne Kobe è molto costosa e difficilmente da trovare almeno sul mercato alimentare italiano. Quindi se la trovate accertatevi che state acquistando della carne originale e non vi stanno rifilando un tipo di carne simile ma non originale.

Cucinare una bistecca di carne Kobe molto spesso può mettere ansia e preoccupazione per il solo fatto di essere molto pregiata. In ogni caso cucinare la Kobe non è molto complicato, basta seguire pochi e semplici consigli:

  • Accendere la brace ed attendere che il fuoco sia pronto e bello vivo.
  • Se avete la carne in frigo nel frattempo toglietela e lasciarla a temperatura ambiente.
  • Una volta pronta, prendere la carne con delle pinze per brace e appoggiarla sulla griglia.
  • Una bistecca di carne Kobe nella misura media deve essere cotta per circa tre minuti per lato.
  • Una volta cotta, lasciatela riposare qualche secondo nel piatto prima di servirla.

La carne Kobe è molto delicata e mantiene questa delicatezza anche in cottura se si rispettano questi consigli. Può essere mangiata al sangue o leggermente un po’ più cotta senza esagerare.