come cucire un vestito

Non puoi permetterti quel bel vestito che hai in vetrina? Semplice, realizzalo da sola. Quello che oggi sembra anomalo, eccezionale, non molti anni fa era la normalità! Se è la prima volta che si prova a realizzare da se un abito, è preferibile non esagerare, scegliere un modello semplice e un tessuto facile da lavorare.

Ci si può anche esercitare utilizzando lenzuola, tovaglie vecchie o pezzi di stoffa inutilizzati così una volta realizzato un modello perfetto per voi potrete riprodurlo con una stoffa più bella e pregiata e non avrete corso il rischio di sprecare dei soldi.

Lavate bene la stoffa che dovrete usare così che si stendano bene le pieghe e che il tessuto subisca la naturale restrizione. Una volta asciutto stiratelo con accuratezza.

Per l’operazione successiva vi occorre un gesso da sartoria ed una superficie piana molto ampia sulla quale potrete lavorare liberamente. Stendete bene la stoffa, poggiateci sopra il cartamodello e con il gesso disegnatene i contorni. I cartamodello forniscono le misure esatte e le forme da ritagliare e si trovano gratuitamente o a poco prezzo su internet o nelle mercerie e nei negozi di scampoli e articoli di artigianato. Prima di sceglierlo e acquistarlo prendi bene le tue misure.

Se invece volete riprodurre il modello di un vestito che già avete per creare un cartamodello o comunque per usarlo come modello dal quale prendere le misure e le forme per il taglio della stoffa.

Se usi un falso modello abbi cura di tagliare i bordi lasciando circa 1,5 cm di stoffa in più per le cuciture.

Ora è possibile cominciare a cucire. Metti la stoffa a rovescio per effettuare le cuciture, incominciando dai lati e segui passo passo le indicazioni che sonosul cartamodello. Aggiungi di volta in volta tutte le parti del vestito e una volta completo rifiniscilo con cura.

L’ultima cosa che va fatta è l’orlo in fondo al vestito perchè è meglio farlo dopo averlo indossato.