Come curare i calli

I calli, solitamente visibili sui piedi e sulle mani, sono il risultato di uno sfregamento o di una ripetuta pressione su una determinata parte del corpo. Come accennato è più facili che spuntino sui piedi e sulle mani in quanto se indossiamo un paio di scarpe troppo strette o con una cucitura interna che si presenta arricciata, ecco che si va  a creare un fastidioso sfregamento su uno o più punti del piede, non è difficile inoltre vedere persone dedite a lavori di tipo manuale, come ad esempio i contadini, che hanno fastidiosi calli alle mani, dovuti all’ impugnare determinati attrezzi. Questi possono essere davvero dolorosi e costringerci ad assumere posizioni e posture innaturali, pertanto vediamo insieme come curare i calli:

la prima strategia contro i calli, soprattutto se ne siete soggetti e se già ne avete asportato qualcuno, è la prevenzione , se ad esempio la vostra attività lavorativa vi costringe ad impugnare ogni giorno pesanti attrezzi, una semplice accortezza, come l’ utilizzo di guanti da lavoro, può davvero fare la differenza e proteggervi da questi fastidi. Poi la sera, quando tornate a casa con dimenticate di idratare le vostre mani con una buona crema idratante, inoltre potreste indossare anche dei guanti di cotone per permettere ai principi nutritivi della crema di penetrare al meglio nell’ epidermide.

Se i calli invece interessano la zona dei vostri piedi, per prima cosa cercate di individuarne il motivo, se la causa ad esempio è una scarpa fastidiosa, evitate di indossarla per qualche tempo, poi trattate i vostri piedi con cura. Procedete facendo un bel pediluvio con acqua molto calda, sciogliendo all’ interno del bicarbonato di sodio o dei sali da bagno. Poi asciugate i piedi e con una pietra pomice sulla quale avrete versato qualche goccia di sapone, sfregate i piedi, insistendo su duroni e callosità, andando a  rimuovere tutte le cellule morte. Poi risciacquate con cura, asciugate i piedi ed applicate un generoso strato di crema idratante.